Il patto Loreto-Aliberti. «Accettò i nostri voti»

Il patto Loreto-Aliberti. «Accettò i nostri voti»

SCAFATI – «Era sottinteso che Aliberti ci facesse favori. Noi eravamo i Loreto-Ridosso. Accordi che poi l’ex sindaco non ha mantenuto ed io per questo mi arrabbiai ma non potevo agire perché ero ai domiciliari e allora decisi che avrei risolto la questione a modo mio». E’ uno dei passaggi del discorso del collaboratore di giustizia Alfonso Loreto, testimone della Procura Antimafia nell’ambito del processo Sarastra che si sta celebrando nell’aula Marcello Torre del Tribunale di Nocera Inferiore davanti al collegio giudicante presieduto da Raffaele Donnarumma.

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o vai alla versione digitale

http://metropolis.ita.newsmemory.com/


ULTIME NEWS