Metropolis in Cantina: Il Costa Baiano. L’Aglianico dei Campi Taurasini

Metropolis in Cantina: Il Costa Baiano. L’Aglianico dei Campi Taurasini

Il rosso campano per antonomasia si identifica con il vitigno Aglianico, le sue caratteristiche organolettiche accolgono e soddisfano chi brama l’assaggio di un grande rosso. Una delle risposte a questa esigenza è la Doc Irpinia nella tipologia sottozona Campi Taurasini. Questo vino rappresenta un valore culturale legato alla memoria di un luogo, l’Irpinia, in cui la pratica della viticoltura ha testimonianze antecedenti all’arrivo dei colonizzatori greci. Villa Raiano è un’azienda che con il suo operato copre le zone importanti della produzione vinicola avellinese, il loro Campi Taurasini nasce nelle vigne di Castelfranci, in Contrada Baiano, dove in estate lo sguardo si perde in sfumature di verde, chiare come luce e scure come ombra, che rappresentano il trionfo della natura. Un paesaggio che si concentra in un calice. La Doc Costa Baiano, vendemmia 2015, mantiene le promesse di un’annata dalla quale si attendono rossi di valore. Dal colore rubino luminoso nel calice emergono sentori di ciliegia e lampone, intensi al punto di avere la sensazione di premere quei piccoli frutti e vederne il colore tra le dita, si accompagnano il profumo della viola e lo speziato di pepe con un sentore lievemente ematico. All’assaggio si esprime in modo dinamico ed elegante, il tannino identifica senza ombra di dubbio il vitigno, la potenza con cui si presente in bocca lascia intravedere la longevità degli assaggi che questa annata avrà nel tempo. Un sorso fresco e abbastanza morbido, caldo con una chiusura fruttata e piacevole. Questo Aglianico ha una voce ruvida e gradevole, capace di raccontare di un vino che ha dentro sé il territorio che accoglie le sue radici da millenni, il brano “I put a spell on you” nella versione di Joe Cocker lo rappresenta, calice e voce hanno.

Gennaro Miele


ULTIME NEWS