Torre Annunziata. Il mistero di Carmela. Prima l’sms, poi la fuga. Si indaga sul silenzio

Torre Annunziata. Il mistero di Carmela. Prima l’sms, poi la fuga. Si indaga sul silenzio

Indossava ancora i suoi jeans scuri, il maglioncino color pastello e le scarpe bianche quando è arrivata alla stazione centrale di Napoli. Gli occhi stanchi. Di chi non ha chiuso occhio tutta la notte. Una notte lunga, più delle altre, per lei e i suoi genitori. I capelli neri raccolti in un elastico e lo sguardo basso di chi teme di essere sgridata. Di chi ha paura del rimprovero per essere sparita per 36 ore. Ma quando Carmela Bevilacqua è scesa dal treno trova invece una madre e un padre disperati che l’hanno stretta forte al petto. Mamma Marianeve piange e ringrazia Dio mentre il papà prova a trattenere le lacrime, ma invano. Tirano un sospiro si sollievo. Ci sono anche i parenti e gli amici. La gioia è tanta e mamma Marianeve decide anche di fare una foto che diventa virale. E’ la scena che chiude, almeno per ora, la scomparsa della piccola 14enne che si era allontanata da casa, a Torre Annunziata, la mattina prima. Una fuga inspiegabile, almeno per ora, ma dove diverse sono le piste investigative.

Giovanna Salvati

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o vai alla versione digitale

http://metropolis.ita.newsmemory.com/ 


ULTIME NEWS