Castellammare. Clan D'Alessandro, valige di soldi nell'Est Europa


I 300mila euro sequestrati a fine settembre del 2017 erano dei D’Alessandro e dovevano servire per realizzare un investimento in Romania. E’ l’ipotesi sulla quale sta lavorando la Criminalpol, che ha acceso i riflettori sugli affari all’estero della cosca di Scanzano. Gli investigatori tengono le bocche cucite, ma la sensazione è che il clan stesse per mettere a segno un grosso investimento nell’Est Europa, dove attualmente vivrebbero alcune persone collegate direttamente ai D’Alessandro. 

Furono gli agenti del commissariato di polizia di Castellammare di Stabia, nel settembre scorso, a piombare un piccolo negozio a due passi da piazza Principe Umberto. I poliziotti scovarono una valigia di pelle, con dentro 300mila euro in contanti. Tutti in banconote di grosso taglio, da 500, 200 e 100 euro. Il proprietario di quel negozio fu anche condotto in commissariato, per essere ascoltato dagli investigatori. La polizia era sulle tracce di quella valigetta e infatti andò a colpo sicuro. Una volta aperta spuntarono fuori i 300mila euro in contanti. 

+++L'ARTICOLO COMPLETO OGGI SU METROPOLIS QUOTIDIANO+++

Tiziano Valle

10-02-2018 09:30:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso