Costretti a dormire in auto a Torre del Greco: gara di solidarietà per Carlo e la sua famiglia


Torre del Greco. L’immagine di quell’uomo adagiato sul sediolino di una Fiat Punto con accanto il figlio di 20 anni ha commosso e mobilitato il popolo del web. Pronto a mettere in moto la macchina della solidarietà e a regalare una speranza a chi è rimasto senza illusioni da tre interminabili mesi.

Potrebbe avere un lieto fine la drammatica storia di Carlo D.L., l’ex autista di ambulanze rimasto senza lavoro e senza casa e costretto - insieme alla moglie e ai suoi due figli, un ventenne e una diciottenne - a trascorrere le notti interno all’utilitaria presa in prestito da un parente. Perché la notizia pubblicata da metropolisweb.it e rilanciata attraverso i social network non è passata sotto silenzio, come accaduto quando la triste storia del cinquantacinquenne è stata raccontata a politici e preti di diverse parrocchie.

Anzi. Immediata è scattata la mobilitazione della rete, pronta a tendere una mano a una famiglia in chiara difficoltà.

+++ leggi l'articolo completo OGGI in edicola su Metropolis Quotidiano +++

Alberto Dortucci

18-04-2017 08:55:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso