Gragnano. Incubo frana a via Piana: "Noi, vivi per miracolo"


 La paura di vivere con la testa rivolta in su, di attendere la discesa rapida del fango che trascina tutto e tutti. La disperazione tangibile delle famiglie che vanno avanti unicamente con i prodotti coltivati nei fondi agricoli. Sono contadini che hanno investito e lavorato su quella parte di montagna chiamata monte Pendolo. La stessa che adesso non gli consente di raccogliere le coltivazioni perché i primi smottamenti hanno già fatto scattare la conta dei danni. «Non è rimasto più niente, la terra coltivata è andata giù insieme ai detriti e al fango. Tanto fango che, miracolosamente, ha cambiato direzione prima di investire in pieno la nostra casa. Abbiamo perso la maggior parte del raccolto, siamo disperati». 

+++L'ARTICOLO COMPLETO OGGI SU METROPOLIS QUOTIDIANO+++

Elena Pontoriero

13-09-2017 10:00:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso