Il convegno: la scuola come impresa sociale di comunità


Lunedì 20 febbraio alle 9 presso la Sala Conferenze della Camera di Commercio di Napoli (in via Sant’Aspreno, 2) si terrà il convegno “La scuola come impresa sociale di comunità”, promosso dalla rete MediNet attivata dal gruppo di imprese sociali Gesco e dal Cielm (Coordinamento Internazionale degli Enti Locali del Mediterraneo). Obiettivo è presentare un nuovo modello di scuola dell’autonomia che interpreta quello dell’impresa sociale di comunità e si sta realizzando attraverso azioni di partenariato attivate dal MediNet con gli istituti scolastici Galiani, Russo-Montale, Villari, Caselli, i licei Cuoco Campanella, Garibaldi e Genovesi e l’associazione culturale Flora. Questo tipo di scuola offrirà servizi culturali e sociali e prodotti formativi al servizio della collettività e promuoverà azioni di rete tra cittadini, studenti e genitori, che diventeranno soggetti attivi nella rigenerazione sociale dei loro quartieri. Il programma prevede alle 10 i saluti del sindaco di Napoli Luigi de Magistris e del direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Luisa Franzese, cui seguirà una tavola rotonda moderata da Giacomo Serafini della Rete MediNet, con gli interventi di: Sergio D’Angelo (nella foto), presidente di Gesco; Lucia Fortini, assessore regionale all’Istruzione e alle Politiche sociali; Annamaria Palmieri, assessore comunale alla Scuola; Claudia Migliore, presidente dell’associazione Io ci sto; Sandro Fucito, presidente del Consiglio comunale di Napoli; Enza Amato, componente della Sesta commissione del Consiglio regionale della Campania; Raffaele Sibilio, ricercatore del Dipartimento di Scienze economiche e statistiche dell’Università Federico II; Marco Ugliano, dirigente scolastico dell’Itis Ferdinando Galiani; Armida Filippelli, componente del Comitato scientifico del parternariato Quartieri Poli Museali Estesi.

redazione

17-02-2017 16:00:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso