Incubo sisma, a Meta arriva una task force in municipio


Prevenire è meglio che curare. Soprattutto quando si parla di terremoto ed è in ballo la sicurezza pubblica. Ecco perché il Comune di Meta ha deciso di stringere i tempi per comporre al più presto la nuova commissione sismica comunale.
Parte ufficialmente la caccia ai tre tecnici che dovranno passare al setaccio progetti e immobili alla luce della normativa statale. Le domande per partecipare potranno essere presentate fino al prossimo 20 gennaio. Chi potrà fare parte della commissione del Comune di Meta? Porte aperte a professionisti in possesso di diploma di laurea in ingegneria o architettura o diploma di laurea specialistica in ingegneria civile, «con comprovata esperienza in collaudi sismici». Entro il mese prossimo la commissione dovrebbe insediarsi definitivamente.
In penisola sorrentina c’è grande attenzione sul tema degli interventi di messa in sicurezza. A Piano di Sorrento il Comune ha deciso di effettuare i controlli statici nell’asilo nido comunale di via San Liborio. Lo stesso vale per altri 12 edifici comunali. La lista comincia dalla casa comunale di piazza Cota, realizzata decine d’anni fa. Poi biblioteca comunale di via delle Rose, Villa Fondi, mercato ortofrutticolo, centro polisportivo di via delle Rose e campo di pallacanestro e pallavolo in località Pozzopiano. A seguire scuola secondaria di primo grado Massa, scuola secondaria di primo grado Amalfi, scuola primaria Maresca, scuola dell’infanzia Alice, scuola primaria e dell’infanzia Carlo Colonna-Peter Pan e istituto tecnico nautico Nino Bixio (concesso in comodato d’uso alla Città metropolitana di Napoli). A ciò si aggiunge proprio l’asilo nido. Sono invece fuori dalla lista la scuola primaria dei Colli di San Pietro e la nuova struttura sorta nell’istituto scolastico di Legittimo.
Senza dimenticare che nella vicina Sant’Agnello il sindaco Piergiorgio Sagristani ha invocato una nuova mappatura sismica dell’intero territorio comunale. Proprio sulla necessità di migliorare la macchina della prevenzione nel corso delle prossime settimane le amministrazioni municipali della penisola sorrentina potrebbero riunirsi proprio per stabilire le priorità anti-sismiche del territorio.
D’altronde un auspicio del genere lo espresse a voce alta il sindaco Piergiorgio Sagristani: «Dobbiamo ambire al fascicolo del fabbricato, noi amministratori abbiamo il dovere di intervenire».

08-01-2017 21:00:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso