Parte la kermesse Sui Sentieri degli Dei ad Agerola


Sarà il suggestivo scenario del Parco della Colonia Montana, inaugurato al pubblico dopo i lavori di manutenzione e recupero, ad ospitare il concerto del complesso bandistico “Città di Agerola” che aprirà questo pomeriggio a partire dalle 18.30 l’edizione 2017 del Festival “Agerola Sui Sentieri degli Dei”. Oltre sessanta appuntamenti che tra musica, teatro, libri ed enogastronomia terranno compagnia da luglio a settembre ai residenti e ai tanti ospiti che affollano il piccolo comune alle Pendici dei Lattari. «Siamo orgogliosi di proporre anche quest’anno un cartellone di grande rilievo», dice il sindaco Luca Mascolo a margine della conferenza stampa di presentazione al Caffè Gambrinus di Napoli. «Ancora più orgogliosi considerando che fino ad oggi abbiamo fatto affidamento solo sulle nostre forze. Speriamo di incontrare le giuste sinergie istituzionali per il futuro. Il Festival rappresenta uno strumento importante per la valorizzazione delle peculiarità del luogo e per il rafforzamento del brand Agerola. Lavorare sull’eccellenza e coniugarla nelle diverse sfumature che un territorio come il nostro offre. Panorami mozzafiato, sentieri che tutto il mondo ci invidia, il buono e il bello della nostra terra». Sessanta appuntamenti da vivere tutto d’un fiato da luglio a settembre come spiega il consigliere delegato al turismo Tommaso Naclerio: «Quando abbiamo accarezzato l’idea di un festival che potesse distinguere Agerola nell’offerta turistica avevamo pensato proprio a questo tipo di evento. Una kermesse che oltre agli aspetti puramente artistici, potesse aiutarci a recuperare anche la memoria storica. Questo è accaduto con l’istituzione di tre premi assegnati a personaggi di spicco del mondo dello spettacolo e della cultura che hanno portato Agerola nel cuore oltre che nelle loro opere. Premio Salvatore di Giacomo, che quest’anno andrà a Lina Sastri, Roberto Bracco assegnato a Michele Placido e premio Francesco Cilea a Piero Mazzocchetti. Un appuntamento che abbiamo costruito nel tempo, in collaborazione con la Pro Loco e utilizzando una parte dei proventi dell’imposta di soggiorno insieme a contributi privati. Nel corso di questi anni si sono avvicendati 2000 artisti. Abbiamo ricevuto ottimi riscontri anche da parte della stampa e dai turisti. Dalle 20000 presenze del 2011 siamo passati alle circa 75000 dello scorso anno. Insomma, siamo sulla strada giusta. Con l’edizione di quest’anno recuperiamo anche due location di eccezione come il Belvedere Punta Corona e il Parco». Nicola Piovani, Anna Mazzamauro, Stelvio Cipriani, James Senese e Marco Zurzolo, Giancarlo Giannini, Sal Da Vinci, Gigi Finizio, sono alcuni dei nomi più importanti che prenderanno parte al Festival. Che si arricchisce di una preziosa appendice grazie alla rassegna letteraria “Libri in Corte” ideata e realizzata dallo scrittore e giornalista Flavio Pagano. Scrittori del calibro di Pino Imperatore, Patrizio Oliva, Lorenzo Marone, Raffaele Lauro, Maurizio De Giovanni, Pietro Parisi e Federica Flocco, si confronteranno su cinque grandi temi di discussione. «Quando in un Festival viene inserita anche una rassegna letteraria vuol dire che si è la fiducia di un pubblico verso quest’evento è ormai consolidata. Agerola è l’unica località che fa un’offerta di turismo moderno. E deve continuare su questa strada se vuole tenersi al passo con le altre rinomate mete turistiche. Puntando sempre sulle peculiarità che in questa terra significano trekking, arrampicata, natura. Insieme a Stella Cervasio, incontreremo i ragazzi delle scuole per affrontare insieme a loro temi di grande importanza».

Luigi Mannini

13-07-2017 14:23:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso