Piano di Sorrento. Nuova stoccata del Pd alla giunta Iaccarino: «Mai firmato cambiali, si pensi al programma»


Sale la tensione in maggioranza a Piano di Sorrento. Dopo la pausa di Capodanno, il consigliere comunale del Pd Antonio D'Aniello lancia un secondo avvertimento al primo cittadino Vincenzo Iaccarino: "Un maggior coinvolgimento di tutti i consiglieri nel processo decisionale farebbe bene sia al sindaco sia al Comune". Obiettivo del Pd alleato di Iaccarino? "Fare ancora meglio rispetto quanto già fatto finora dall'amministrazione". Parole ferme, che rischiano di aprire già una mini-crisi all'interno della maggioranza. D'Aniello, affiancato dalla collega consigliera dem Marialaura Gargiulo, lo scorso 31 dicembre, durante l'ultima seduta di consiglio comunale, mostrò i muscoli alla giunta e alla coalizione di governo. "Non abbiamo firmato cambiali in bianco con il sindaco" fu il concetto espresso dai rappresentanti democrat. Ora ci risiamo. Perché Antonio D'Aniello, nella sua consueta analisi post consiglio comunale, torna a usare quell'espressione, "cambiali in bianco", facendo capire chiaramente che le prime fibrillazioni, risalenti a un paio di mesi fa, erano tutt'altro che montature giornalistiche come invece fatto passare dai boatos di palazzo diffusi sui social network.
La variazione di bilancio e il costo, giudicato eccessivo, per la comunicazione istituzionale, danno lo spunto a D'Aniello per dare sfogo al malumore suo e dell'intera pattuglia Pd: "Come Partito democratico abbiamo deciso di votare l’atto, che è una ratifica di un provvedimento già attuato dalla giunta comunale ed essendo l’ultimo giorno dell’anno senza alcuna possibilità di variarlo - premette D'Aniello nel suo intervento consueto sul proprio blog -. Ci abbiamo tenuto a precisare come la scrittura dell’atto sia poco chiara (incomprensibile per come la norma prevede siano scritte le variazioni di bilancio), i dati aggregati rendono complicato sapere esattamente per cosa si stanno spendendo i soldi e tra le pieghe di quei dati ci sono cose, come ad esempio la previsione di una voce di spesa per il portavoce del sindaco. Abbiamo ulteriormente precisato che riteniamo la cifra di 12.000 euro prevista per il 2017 elevata ed in aumento rispetto alle cifre previste per il servizio comunicazione dalla precedente amministrazione. Personalmente ho precisato, dato che siamo di fronte all’ottava variazione di bilancio, che la nostra partecipazione alla lista Piano nel cuore è fondata sull’attuazione del programma elettorale e non una cambiale in bianco su tutti i provvedimenti che la giunta prende autonomamente. Un maggiore coinvolgimento di tutti i consiglieri nel processo decisionale farebbe bene al Sindaco ed al Comune di Piano di Sorrento, per fare ancora meglio rispetto a quanto già fatto fin ora dall’amministrazione Iaccarino".

SALVATORE DARE

04-01-2017 19:51:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso