Primo Sky Arte Festival, 'Napoli e' palcoscenico ideale'


'Napoli e' il palcoscenico ideale, e' un laboratorio tra storia, cultura, tradizione e la sua effervescenza cresciuta negli ultimi anni, ha reso questa citta' il luogo ideale per il nostro progetto che vuole portare fuori dal palinsesto televisivo e avvicinare al pubblico le cose belle, l'arte e la cultura''. Cosi' Roberto Pisoni, direttore di Sky Arte, ha presentato il primo Sky Arte Festival che si svolgera' a Napoli da oggi fino a domenica prossima, 7 maggio. Tema portante del Festival e' la rigenerazione perche' ''l'arte e la cultura sono le strade da percorrere per rinnovarsi''. Tre giorni in cui la citta' sara' attraversata da tanti eventi: incontri, mostre, proiezioni, concerti e anteprime. L'evento, realizzato in collaborazione con Sky Academy, con il Polo museale della Campania e con il patrocinio del Comune, della Regione e dell'Universita' Federico II, conta tra gli ospiti Manuel Agnelli, Mimmo Borrelli, Vinicio Capossela, Geppi Cucciari, Erri De Luca, Stefano Di Battista, Cristina Donadio, Carlo Lucarelli, Nicky Nicolai, Mimmo Palladino, Francesco Piccolo e Oliviero Toscani. Diversi gli eventi gratuiti mentre per quelli che richiedevano la prenotazione in poche ore e' stato registrato il sold out. Ad aprire la kermesse sara' stasera al Museo Madre la proiezione del documentario di Fabio Mauri 'Ritratto a luce solida' mentre la chiusura del Festival e' affidata al concerto di Capossela In - Sanita' che si terra' nel Rione Sanita'. Il tema centrale del Festival, la rigenerazione, e' inteso e declinato - come ha spiegato Marzia Kronauer, responsabile di Sky Academy - ''anche come lascito alla citta' ''. In questa ottica si collocano i progetti Roxy in the box che con gli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Napoli realizzera' un lavoro di street art in piazza Montesanto e quello dell'artista internazionale M-City che realizzera' un'opera sulla facciata dello spazio Damm nel parco sociale Ventaglieri. ''Scegliere Napoli - ha affermato il sindaco Luigi de Magistris - e' una scelta di cuore, coraggiosa e il tema della rigenerazione ha colto a pieno quello che sta accadendo in citta' dove c'e' una rigenerazione urbana creativa da parte degli abitanti che si riappropriano degli spazi''. Dal sindaco l'invito a Sky Arte a far si' che ''il Festival costruisca un legame culturale tra la citta' e Sky''. Obiettivo del Festival e' ''celebrare l'arte non solo attraverso lo schermo televisivo ma anche con una proposta culturale unica e multiforme''. Quartier generale del Festival e' Villa Pignatelli a cui si affiancano altre location quali il Museo Madre, Palazzo Zevallos di Stigliano, il rione Sanita' e in particolare la Basilica di San Gennaro Extra Moenia e la Basilica di Santa Maria della Sanita' che ospiteranno pie'ce teatrali e il concerto di chiusura. Per chi non potra' essere a Napoli in questo fine settimana, Sky Arte mettera' in programmazione da fine maggio e per tutta l'estate parte degli spettacoli, il concerto di Capossela e realizzera' alcune 'pillole' per raccontare gli eventi.

05-05-2017 18:50:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso