Reggia Caserta: al via mostra arte contemporanea Jose' Molina


Dopo Terrae Motus, la Reggia di Caserta riafferma il suo rapporto con l'arte contemporanea mettendo in mostra nelle sue stanze trenta opere, tra dipinti, disegni e sculture, dell'artista spagnolo Jose' Molina. Patrocinata dall'Ambasciata di Spagna in Italia e dall'Instituto Cervantes di Napoli, l'esposizione, dal titolo "Passaggio dopo la battaglia", sarà visitabile da domani e fino al 3 giugno nelle retrostanze settecentesche lungo il percorso degli Appartamenti Storici (la mostra e' compresa nel biglietto di ingresso); oggi l'inaugurazione. L'evento e' curato da Lorenzo Canova ed organizzato dalla Deodato Arte di Milano. Molina, madrileno di 52 anni, vive e lavora attualmente a Gravedona, sul Lago di Como. "La presenza di Molina - afferma il direttore della Reggia, Mauro Felicori - non fa che rinnovare la relazione originaria della Reggia di Caserta con la terra di origine dell'artista, a partire dal suo committente, Carlo di Borbone, notoriamente prima sovrano del Regno delle Due Sicilie e poi di Spagna. In questo contesto l'opera metamorfica e visionaria di Molina ha il potere di rendere ancora piu' affascinante la visita alle sale della Reggia. La mostra e' uno dei momenti piu' importanti della nostra programmazione espositiva di quest'anno". Molina appare attento alla ricerca psicologica e antropologica e, attraverso un personalissimo codice simbolico, traduce le pulsioni e gli istinti e compie un viaggio senza tempo che connette passato e presente. Tra cicli storici e opere inedite, come il gruppo di sculture "I Feel", caratterizzata da lavori simili a grandi tazze labirintiche con una caratterizzazione umana all'esterno e a spirale all'interno, i lavori di Molina appaiono popolati da uomini, demoni, animali, personaggi mitici ed eroi, soggetti mostruosi e talvolta grotteschi, che servono a svelare l'identita' dell'uomo, cio' che si tende a mostrare e cio' che si e' spinti a nascondere. "L'artista - spiega Canova - come un grande romanziere lavora componendo grandi cicli con una lunga e paziente azione che sembra voler costruire una nuova grande 'Commedia Umana' composta da capitoli serrati e analitici che attraversano la sfaccettata natura dell'animo umano, i suoi vizi e le sue virtu', in bilico perenne tra peccato e redenzione, tra misericordia e crudelta'". La mostra e' accompagnata da un catalogo, in italiano e inglese. "La Reggia di Caserta - osserva il funzionario dell'Area Promozione Culturale Vincenzo Mazzarella - accoglie Jose' Molina con grande interesse e curiosità, con l'intento di farsi interrogare dagli sguardi dei suoi personaggi".

03-05-2017 14:50:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso