Sfiduciato Carpentieri a Melito, esulta Marrone: "Liberata la città"


Sfiduciato a Melito il sindaco Venanzio Carpentieri, sfiduciato dai fedelissimi e dai consiglieri di opposizione che lo hanno mandato a casa. Tredici firme gli sono costate la fascia tricolore, un addio che mette ancora più in luce la crisi nel Partito Democratico. Acuita dai fallimenti alle ultime elezioni, targate dal nuovo segretario provinciale.  Tra i firmatari della sfiducia c’è Nunzio Marrone che ha avuto un ruolo decisivo: «Firmatario di un dovuto atto di sfiducia, ho contribuito in maniera decisiva , perché tredicesimo a firmare dinanzi al notaio, a porre fine alla fallimentare amministrazione targata Carpentieri, amministrazione che durante i suoi 4 anni si è caratterizzata per il nulla e per il disinteresse più totale verso le problematiche dei melitesi! I cittadini sono stati sempre di più "allontanati" dalla casa comunale perché sempre più crescente in loro un forte senso di smarrimento e di sfiducia ! Negli ultimi mesi ad intermittenza , molti consigli comunali sono andati deserti a causa delle continue beghe della maggioranza , classe politica che insieme all’ormai ex primo cittadino, ha mostrato in più occasioni di anteporre al benessere del paese, la propria ambizione personale , ambizione che è degenerata nella insaziabile voglia di addizionare successi dell’io! È stato un incubo politico che ha avuto il suo lieto fine: Melito libera di scegliere ancora! Confido e credo fortemente in una nuova stagione politica che mi vedrà sempre più motivato a condurre la mia città verso un doveroso miglioramento ! Grazie Melito per avermi sempre dato fiducia».

15-02-2017 15:30:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso