Torre Annunziata. Auto distrutta dalle fiamme: riesplode l'incubo racket


Sono le 4 di notte quando un boato spazza via il silenzio di via Plinio. Ai piedi di una palazzina di due piani piazzata lungo la strada di con ne tra Torre Annunziata e Pompei c’è un’auto divorata dalle amme. E’ una Suzuki Swift. Appartiene a un commerciante della zona. Sul caso indagano i carabinieri della stazione di Torre Annunziata. I militari dell’Arma, tra le lamiere di quell’auto incenerita, cercano di capire le ragioni alla base di quell’assurdo raid incendiario, di chiara origine dolosa: come ribadito anche dal rapporto choc rmato dai vigili del fuoco. Si cerca una pista investigativa. Un minimo indizio utile a chiarire le ombre sollevate dal terribile rogo divampato nel cuore della notte. L’incubo è che possa trattarsi di un agguato a scopo estrosivo, ma il commerciante ha negato qualsiasi pressione, specie da parte di soggetti vicini alla criminalità organizzata.

+++ L'ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS OGGI IN EDICOLA +++

Giovanna Salvati

12-10-2017 09:56:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso