Uno Bianca. I fratelli Savi nello stesso carcere


I fratelli Fabio e Roberto Savi sono di nuovo vicini, nello stesso carcere. Due dei killer della banda della Uno Bianca, condannati all'ergastolo, che tra il 1987 e il 1994 uccise 24 persone e ne feri' oltre cento, da qualche mese sono entrambi nell'istituto penitenziario di Bollate, a Milano. Fabio Savi, detto il "lungo", ha chiesto e ottenuto il trasferimento dal carcere di Uta (Cagliari) e ora si trova anche lui nella casa circondariale milanese dove il fratello Roberto era gia' detenuto. Da tempo Fabio Savi, 57 anni, chiedeva di poter scontare la sua pena in una struttura penitenziaria che permettesse di poter svolgere attivita' lavorative e per questo motivo ha inoltrato personalmente la richiesta di trasferimento dopo il parere favorevole degli assistenti sociali. La notizia e' confermata dai legali dei due fratelli Savi, Fortunata Copelli che assiste Fabio e Donatella De Girolamo per Roberto. "Da quello che mi risulta non sono nella stessa sezione - dice l'avvocato Copelli -, quindi non credo che si siano incontrati. Nel caso Uno dei due avanzasse una richiesta di colloquio dovra' essere valutata dal direttore del carcere che poi nel suo ambito decidera'".

03-01-2018 14:34:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso