Younes, il Napoli ha il contratto firmato. In caso di cessione si profila un grande affare per la societa' azzurra


Il mancato trasferimento di Amin Younes dall'Ajax al Napoli, provocato dall'improvvisa retromarcia del calciatore, che aveva gia' svolto le visite mediche e assistito al San Paolo alla partita Napoli-Bologna, potrebbe diventare il miglior affare degli ultimi anni per la societa' azzurra, superiore in proporzione perfino a quello realizzato con la cessione di Higuain, prelevato per 40 milioni di euro dal Real Madrid e ceduto alla Juventus per 90 milioni. Il giocatore tedesco di origini libanesi, dopo aver giocato e segnato un gol con la squadra B dell'Ajax, ha detto: "non so se andro' al Napoli la prossima estate. Adesso voglio solo diventare un campione qui". Younes, pero', ha sottoscritto con la societa' partenopea un contratto, che e' stato regolarmente depositato in Lega e dal primo luglio sara' un calciatore del Napoli a tutti gli effetti. Se dovesse insistere nella sua volonta' di non rispettare il contratto il Napoli potrebbe cederlo, ricavando cosi' da un calciatore che non avrebbe indossato la maglia azzurra neppure una volta una cifra di almeno dieci milioni di euro. Sul tema Younes e' intervenuto oggi con una intervista a Radio CRC l'avvocato Mattia Grassani, esperto d regolamente che cura gli interessi del Napoli. "Quello che il calciatore dice - ha spiegato il legale - non puo' prescindere dagli accordi formalizzati col Napoli, alla presenza di Younes. Il calciatore puo' sostenere che non si ripresentera' mai piu' a Napoli, ma il club azzurro ha sottoscritto con lui un accordo con decorrenza 1 luglio 2018, che e' stato regolarmente depositato presso la Lega serie A con ratifica dello stesso calciatore". "Quindi al di la' di cio' che ha nella testa Younes - ha aggiunto Grassani - il Napoli dal 1 luglio sara' l'unico club detentore delle prestazioni del giocatore. Se Younes prendera' strade diverse, si assumera' tutte le responsabilita' in ambito economico e disciplinare". "Firmare per un'altra squadra - ha concluso Grassani - e' uno scenario assolutamente impercorribile, ma se dovesse accadere, Younes verrebbe sanzionato con squalifica e dovrebbe anche risarcire il danno al Napoli in termini economici. Anche il nuovo club qualunque esso sia, sarebbe considerato a livello patrimoniale responsabile al pari del giocatore". Oggi la squadra ha sostenuto due sedute di allenamento, la mattina e il pomeriggio. Migliorano le condizioni di Mertens che ha riportato una distorsione alla caviglia sinistra durante la gara con il Benevento. Il belga ha svolto ancora lavoro differenziato, assieme ad Albiol, ma domani dovrebbe tornare ad allenarsi con il resto del gruppo. La sua presenza in campo con la Lazio e' ormai praticamente certa.

REDAZIONE

07-02-2018 21:19:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso