Arrestato in Polonia Luigi Bollino, il latitante faceva il pizzaiolo


Da boss del clan Gallo-Cavalieri a pizzaiolo. La vita di Luigi Bollino a Now Targ, in Polonia, dove è stato arrestato e dove si era rufugiato dal 2013 era cambiata: continuava a gestire gli affari della cosca ma nel frattempo si era fatto assumere in una pizzeria. Un nome nuovo, amicizie nuove e decine di pizze, che ogni sera, il 52enne infornava senza che nessuno sospettasse di lui. Ed è nella pizzeria che è stato arrestato ieri sera dalla polizia polacca e I carabinieri del nucleo investigativo: appena si è accorto che per lui era finita ha provato a darsi alla fuga ma il tentativo è stato inutile.
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso