Caldo e siccità: i consigli della Gori per fronteggiare la crisi idrica


“Stiamo vivendo un periodo davvero troppo lungo di siccità, ed è fondamentale che i gestori arrivino preparati alla situazione di emergenza che potrebbe presto manifestarsi, per governarla al meglio creando meno disagi possibili alla popolazione”. A parlare è il presidente di GORI, Michele Di Natale, ingegnere e professore ordinario di Costruzioni Idrauliche presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, che spiega: “Fino ad oggi GORI è riuscita ad evitare interruzioni e turnazioni grazie ad una continua attività regolatoria e gestionale che, sostanzialmente, ha garantito ai propri utenti una condizione di normale erogazione idrica”. Per sopperire alla riduzione della quantità di risorsa idrica proveniente dalle fonti regionali di approvvigionamento, GORI ha infatti intensificato l’utilizzo delle fonti endogene e messo in atto una serie di correttivi gestionali che stanno consentendo di evitare problemi all’utenza. “Qualora le carenze dovessero intensificarsi - continua Di Natale - sarà necessario distribuire solidaristicamente il deficit idrico sul territorio, contemperando le esigenze di tutti e i limiti tecnici del sistema. A tal fine, GORI sta elaborando uno specifico piano operativo, in cui, sulla base dei diversi scenari di rischio e monitorando di continuo i principali nodi del complesso sistema idrico, sarà possibile, in caso di crisi idrica, organizzare una turnazione dell’erogazione meno impattante possibile verso i cittadini”.  GORI si è inoltre già resa disponibile a fornire ed installare gratuitamente con proprio personale, in tutti i comuni del territorio di competenza, rubinetti a pulsante alle fontane pubbliche, sostituendo quelli a getto continuo, che rappresentano potenziali punti di dispersione idrica. Già diverse le amministrazioni comunali che hanno aderito all’iniziativa. Accanto alle azioni straordinarie messe in campo per contrastare l’attuale emergenza, prosegue intanto l’attività dell’azienda, iniziata negli scorsi anni, volta all’individuazione e alla riduzione delle perdite sulla rete, anche mediante l’utilizzo di strumentazioni tecnologicamente avanzate, a cui si affianca il monitoraggio in tempo reale dei principali parametri idraulici tramite un moderno sistema di telecontrollo. Grazie a tali azioni, da gennaio a giugno di quest'anno sono state eliminate perdite pari a una portata di circa 60 litri/secondo, ossia 1 miliardo di litri risparmiati. “Per fronteggiare al meglio l’emergenza e ridurne gli effetti è però necessario il contributo di tutti – conclude il Presidente. E’ per questo che già dallo scorso mese GORI ha avviato una massiccia campagna di comunicazione, condivisa con le amministrazioni comunali dell’Ambito Distrettuale Sarnese-Vesuviano, attraverso l’affissione di manifesti e la diffusione su web e social di un video-tutorial con i consigli per evitare gli sprechi. L’obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini all’uso attento e parsimonioso dell’acqua, e per raggiungere il maggior numero possibile di persone la campagna proseguirà anche nei prossimi mesi”. 
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso