L’intera rete fognaria di Trecase collegata al depuratore, il servizio idrico integrato a tutela dell’ambiente


Il cinema teatro Corelli, a Trecase, ha ospitato ieri pomeriggio l’incontro pubblico con il quale è stato annunciato il collegamento dell’intera rete fognaria cittadina esistente all’impianto di depurazione di Castellammare di Stabia. Un evento al quale hanno partecipato numerosi cittadini e che ha visto la presenza del sindaco di Trecase, Raffaele De Luca, del presidente di GORI, Michele Di Natale, del responsabile Operations di GORI, Andrea Palomba, del coordinatore del distretto Sarnese Vesuviano dell'Ente Idrico Campano, Felice Rainone. La collaborazione tra l’amministrazione comunale e la Gori ha consentito la realizzazione di alcuni interventi che hanno interessato diverse arterie e strade cittadine. E’ stato eliminato lo scarico in ambiente in prossimità dello Svincolo Casa Izzo, zona in cui è stato realizzato un nuovo impianto di deflusso. Sono state, inoltre, installate nuove condotte e pozzetti lungo via Sciesa, dove è stata anche ripristinata, successivamente, la pavimentazione in pietra lavica. Sono stati eseguiti gli allacciamenti fognari delle abitazioni nel tratto di via Sciesa interessato dai lavori, sostituiti circa 650 metri di condotta idrica fatiscente, con la contemporanea predisposizione di nuovi allacci alle abitazioni, e sono state realizzate nuove caditoie di raccolta dell’acqua piovana. I tecnici GORI, inoltre, hanno realizzato il completamento della fogna nera su via Iannarone, separandola da quella bianca, attraverso la ristrutturazione del pozzetto di confluenza di via Regina Margherita. Un lavoro che ha consentito di eliminare definitivamente la fogna nera che confluiva nel canalone a cielo aperto: una situazione che creava numerosi disagi e pericoli per l’ambiente. Sono state inoltre immesse le acque nere nella fogna esistente, che procede verso piazza San Gennaro: una fogna rifunzionalizzata da GORI attraverso un’opera di pulizia e video ispezione. “L'attivazione dell'impianto fognario rappresenta un'azione straordinaria per la nostra cittadina. Si tratta di un'opera infrastrutturale tra le più importanti per Trecase, che persegue l'obiettivo dello sviluppo turistico. Si raggiungono in questo modo due risultati fondamentali: da un lato, con l'immissione in fogna si ottiene il definitivo risanamento ambientale; dall'altro, abbiamo lavorato per risanare due alvei naturali, in via Ciro Menotti e in via Iannarone che, con il lavoro di GORI, sono tornati ad essere alvei di raccolta di acque bianche” spiega il sindaco di Trecase, Raffaele De Luca. “Un altro tassello fondamentale che inseriamo nella sistemazione finale di questa drammatica problematica di cui soffre il territorio: la mancanza di un adeguato sistema di raccolta delle acque reflue ed il loro relativo convogliamento agli impianti di trattamento. Oggi a Trecase si conclude una fase importante, non solo per la cittadina ma per l’intero territorio in quanto il convogliamento delle acque ai sistemi di trattamento ci permette di tutelare la risorsa mare, legata a doppio filo allo sviluppo turistico”, aggiunge il presidente di GORI, Michele Di Natale.
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso