Napoli: militari fermano immigrato, extracomunitari li accerchiano


Uno smartphone che riprende una scena dall'alto: uno straniero, un marocchino, e' a terra, fermato da una pattuglia dei militari impegnati nel servizio "Strade sicure", a Napoli, poco distante dalla Stazione ferroviaria, in via Firenze. Di li' a poco, i militari vengono accerchiati da un gruppo di extracomunitari che cercano di 'liberare' l'uomo. Ne nasce un parapiglia, attimi di tensione ripresi in un video di oltre due minuti, che mostra i militari accerchiati. Del fatto riferisce oggi Il Mattino. Non si sa cosa abbia fatto scattare la scintilla, ma il video, diventato virale sui social network, inizia con l'immigrato gia' a terra e mostra di li' a poco l'accerchiamento dei soldati. Gli abitanti del quartiere Vasto si dicono "esasperati" e chiedono "piu' controlli e sicurezza per la situazione di degrado e insicurezza in cui si vive". Su Facebook, da ieri pomeriggio, la pagina del Comitato di quartiere Vasto ha ricevuto numerose richieste di iscrizione ed e' stata lanciata una petizione per chiedere una maggiore presenza di forze dell'ordine. "Questa non e' integrazione - scrive uno degli utenti - stiamo vivendo la ghettizzazione della porta principale della citta'". "Prima li accoglievamo, ora non ne possiamo piu'", scrive un altro. E poi: "Ma invece di aspettare le istituzioni, che come al solito non fanno niente, organizziamo delle ronde (che l'utente scrive in maiuscolo, come per urlare, ndr) di quartiere e riportiamo la legalita' nelle nostre strade". La Rete antirazzista chiede, invece, che ci si fermi con "ricostruzioni che non rispondono". La Rete denuncia che il marocchino "e' stato malmenato" e, a dimostrazione della loro tesi, allegano fotografie dell'accaduto e fanno sapere che l'immigrato "e' stato portato in ospedale con un'ambulanza chiamata dai carabinieri, sopravvenuti in un secondo momento". "La percezione di assistere ad un abuso - sostengono dalla rete antirazzista - ha determinato la reazione indignata e la protesta di molte persone di passaggio, non solo immigrati". La rete antirazzista evidenzia che il Vasto "e' una zona di storico insediamento" da parte degli immigrati. "Sarebbe molto grave - concludono - avere la percezione che esistono due pesi e due misure nell'attivita' dei militari e delle forze dell'ordine a seconda della nazionalita' e del colore della pelle"
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso