Torre del Greco: “Fammi gli spaghetti alle vongole”, la moglie si rifiuta e viene picchiata

metropolisweb,  

Torre del Greco: “Fammi gli spaghetti alle vongole”, la moglie si rifiuta e viene picchiata

Un nuovo episodio di violenza domestica è avvenuto a Torre del Greco. Un 35enne è finito in manette con l’accusa di maltrattamenti e lesioni personali, al termine di una lite furibonda nata per  futili motivi. Il  marito, tornando a casa di sera con delle vongole, aveva infatti  preteso che la moglie si mettesse immediatamente a cucinare. “Ora vengono alcuni miei amici, facci subito uno spaghetto”, l’ordine impartito dal 35enne. Una richiesta che la donna non poteva in alcun modo esaudire, in quanto doveva andare ad accudire l’anziano padre malato. Al rifiuto della moglie, l’uomo le si è scagliato contro come una furia, prendendola a calci e a pugni e scaraventandola per terra. Il tutto davanti ai figli piccoli, di 2 e 4 anni, letteralmente terrorizzati. Provvidenziale l’intervento di una zia che ha afferrato l’uomo che ancora era intento a prendere a calci la donna. Sul posto sono immediatamente accorsi i carabinieri della Stazione Capoluogo: i militari, guidati dal maggiore Michele De Rosa e dal comandante Vincenzo Amitrano, hanno arrestato il marito manesco e accompagnato la moglie in ospedale, dove le sono state riscontrate ferite ed escoriazioni varie guaribili in tre giorni. Durante la sua denuncia ai carabinieri, la giovane mamma ha raccontato che non si è trattato della prima volta: la violenza domestica durava già da alcuni mesi. 

CRONACA