Selfie macabri sul luogo di un delitto

metropolisweb,  

Selfie macabri sul luogo di un delitto

Selfie macabri alla fossa dov’era sepolto il giovane ucciso a colpi di pistola in faccia. Così studenti giovanissimi all’uscita di scuola hanno immortalato il luogo di un delitto, dove era stato gettato il corpo di un diciottenne. Le foto erano per amici e genitori: l’immagine è del reporter Marco Sales, con la notizia riportata da Repubblica Napoli. E’ successo a San Giovanni a Teduccio, periferia orientale di Napoli, poco dopo mezzogiorno. Il giovane ucciso era scomparso il 5 febbraio: due settimane dopo, lo hanno ritrovato sotto due metri di terra. C’è un sospettato, di 23 anni e piccoli precedenti, con lipotesi di omicidio passionale. Il luogo del delitto, invece, è diventato un posto da fotografare.

CRONACA