Torre Annunziata. La storia di Alessandra, la trans di Gomorra

metropolisweb,  

Torre Annunziata. La storia di Alessandra, la trans di Gomorra

Alessandra Langella è stata protagonista della terza puntata di Gomorra 2 su Sky Atlantic. Nell’episodio di ieri veste i panni di una cantante trans che fa perdere la testa al boss Salvatore Conte. Alessandra Langella è molto di più: trans per scelta, una scoperta fatta ad appena 14 anni quando si divertiva ad indossare i tacchi della madre e della sorella, quando di nascosto. Giocava con i trucchi e l’intimo. Insomma, una storia uguale a quella di tanti altri uomini che si sentono stretti in quel corpo, a disagio con un pantalone ma invece felici mentre indossano abiti succinti e colorati, una borsa o una calza. Alessandra aveva provato anche a nascondere la sua vera natura ma poi la scelta di dirlo a sua madre con tutte le conseguenze che una simile rivelazione a volte può comportare. Una storia durata tre anni con un uomo, poi l’arrivo sul set di Gomorra dove la giovane senza freni sfodera la sua personalità. C’è anche il suo vero nome insieme a quello delle “donne di marciapiede” tra le decine di segnalazioni e multe che ogni giorno carabinieri e polizia sono costretti ad elevare per far rispettare il provvedimento di allontanamento dalla città di Torre Annunziata per chi si prostituisce. Anche 

CRONACA