Choc a Livorno: squadra sotto assedio, aggredito Pinsoglio

metropolisweb,  

Choc a Livorno: squadra sotto assedio, aggredito Pinsoglio

LIVORNO – Choc a Livorno: squadra assediata e calciatore colpito. Le minacce e gli insulti si sono trasformati in un’aggressione. E Carlo Pinsoglio, nella notte, è stato colpito da un tifoso con un pugno a un occhio. È successo intorno alle 1.30, quando la squadra – bloccata per più di due ore all’interno dello stadio a causa della contestazione – è rientrata a Tirrenia. Ad aspettare i giocatori, fuori dall’Hotel Continental, c’era un gruppo di tifosi, pronti a scaricare tutta la loro rabbia per la retrocessione in Lega Pro. E nel mirino è finito principalmente Pinsoglio, disastroso tra i pali. Così un tifoso non ci ha pensato due volte e ha colpito il portiere amaranto, che si era isolato dal resto del gruppo e stava salendo in macchina con i suoi genitori, presenti pure allo stadio. Nessuna aggressione, invece, nei confronti degli altri giocatori, alcuni dei quali hanno assistito alla scena. Pinsoglio, comunque, sarebbe andato all’ospedale di Cisanello subito dopo: 3 giorni di prognosi.

CRONACA