Salernitana, Menichini: “Con il Lanciano voglio una squadra cinica”

metropolisweb,  

Salernitana, Menichini: “Con il Lanciano voglio una squadra cinica”

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Contro il Como la Salernitana, pur non brillando, ha fatto il suo dovere. Non una grande impresa vista la caratura dell’avversario, fanalino di coda, che per più si è presentato all’Arechi praticamente senza il reparto offensivo, fatta eccezione per Scapuzzi. Il destino, della squadra del cavalluccio, ora, passa dalla doppia sfida play out contro il Lanciano, Procura Federale permettendo. Nella conferenza post gara il tecnico Menichini ha analizzato l’attuale situazione dei granata: “Arriviamo ai play out un po incerottati, spero di recuperare qualche pedina importante. Play out un traguardo? Giudicate voi. Io ho l’unico grosso rimpianto è stato il match con l’Entella, abbiamo pareggiato una partita praticamente vinta. Livorno o Lanciano non cambia molto. Ora cercheremo di ricaricare le batterie per affrontare al meglio la doppia sfida play out. Sarebbe stato bello terminare oggi la stagione, ma è andata diversamente. Per quanto riguarda l’ananeto della gara posso dire che non è accettabile creare così tanto è raccogliere soltanto uno striminzito 1 a 0. Schiavi? Io non ho nessun problema con lui, fosse stato bene fisicamente lo avrei schierato. Lo considero un ottimo giocatore, ma puntualmente era fuori causa per acciacchi vari. Al di là di tutto questo squadra ha dimostrato di potersela giocare con tutti. Spero che però almeno contro il Lanciano i ragazzi siano più cinici. In questi 180 minuti ci giochiamo la stagione, sarà vietato sbagliare. Con 45 punti di solito si retrocede? Se la Salernitana avesse avuto la stessa media della mia gestione anche ad inizio anni avrebbe raccolto 51 punti”.

CRONACA