Proposta shock di Salvini: «Tassiamo le prostitute»

metropolisweb,  

Proposta shock di Salvini: «Tassiamo le prostitute»

“C’è un mestiere che non paga le tasse da 2mila anni, che le paga in Svizzera, in Olanda, in Germania, in Belgio, in Irsaele, ovunque, e che si esercita stasera in mezzo alla strada, nei centri massaggio finti. Quanto ci vorrà per portare l’Italia a livelli di normalità di altri paesi? Togliere dalle strade, regolamentare, ripulire e tassare la prostituzione, che porta quel miliardo e mezzo che permetterebbe agli asili nido di essere gratuiti?” Così il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, ospite ieri sera a ‘Ballarò’ su Rai3, è tornato ad affrontare il tema della regolamentazione della prostituzione in Italia, proponendo di usare i soldi della tassazione per garantire la gratuità degli asili nido.

“Secondo me ne vale la pena” ha aggiunto il leader del Carroccio, prima di essere incalzato da Valentina Castaldini (Ncd): “Vale la pena convincere le donne a non vendere per due soldi il proprio corpo”. Immediata la replica di Salvini: “Arriverà lei dopo duemila anni – commenta tra il serio e il faceto – e ci riesce Renzi, sconfigge la prostituzione e anche i temporali a Ferragosto”.

CRONACA