Gambino “spiava” i giudici

metropolisweb,  

Gambino “spiava” i giudici

E’ indagato per rivelazione di segreto d’ufficio il consigliere regionale della Campania Alberico Gambino: la notizia, diffusa solo in queste ore, riguarda atti e informazioni coperti da segreto arrivati a sua conoscenza, secondo le contestazioni, attraverso la fonte diretta di un sottufficiale in servizio nella stessa procura di Salerno, con il reato contestato formalmente conle  modalità del concorso e dell’istigazione. 

Secondo le ricostruzioni agli atti dell’ufficio investigativo della dda di Salerno, che lavora alla ulteriore vicenda giudiziaria contro il politico paganese, Gambino sarebbe giunto in possesso di informazioni che lo riguardavano in una fase secretata, attraverso al conoscenza con la presunta fonte, in forza al personale della polizia giudiziaria distaccata presso la procura al tribunale di Salerno.

Gambino è stato ascoltato con le tutele del caso dalla procura distrettuale, pm Vincenzo Montemurro, nelle scorse settimane, chiamato a rispondere della nuova tegola arrivata nei suoi confronti da parte della magistratura, per un episodio contestato e risalente ad alcuni anni fa, con l’accertamento dell’episodio e la discovery, con la contestuale informazioni di garanzia, arrivata solo ora, a distanza di tempo rispetto ai fatti. 

+++GLI APPROFONDIMENTI NELL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS IN EDICOLA+++

CRONACA