DISASTRO FERROVIARIO. “Auguri papi”, quelle lacrime della figlia sulla bara

metropolisweb,  

DISASTRO FERROVIARIO. “Auguri papi”, quelle lacrime della figlia sulla bara

“Auguri papi”. Un buon onomastico augurato così, a una fredda nell’obitorio di Bari, dove di bare allineate ce ne sono ben ventitré. Una giovane si avvicina e sussurra tra le lacrime la parola papà. E’ la figlia di Enrico Castellano, una delle vittime, l’uomo che doveva arrivare ad Andria per il compleanno del nipotino di due anni ed era partito da Torino dove viveva da 50 anni. Enrico, 72 anni, ex funzionario del Banco di Napoli, avrebbe dovuto raggiungere i figli e i nipoti che erano tornati a vivere in Puglia.

Castellano era nato ad Ostuni, ma aveva lasciato la Puglia da parecchio tempo. Lunedì era atterrato a Bari con un volo diretto poi aveva preso il treno per Andria.

La famiglia Castellano ieri, mercoledì 13 luglio, sognava di fare due feste: insieme al compleanno anche quella per l’onomastico di Enrico. Invece così non è stato. 

CRONACA