Torre del Greco, bonificato l’ex campo container. Ma gli ambientalisti insorgono: «Pulizia a metà»

metropolisweb,  

Torre del Greco, bonificato l’ex campo container. Ma gli ambientalisti insorgono: «Pulizia a metà»

Torre del Greco. Circa due tonnellate di inerti, una tonnellata di rifiuti urbani e l’avvio delle procedure per l’installazione di telecamere di videosorveglianza. È il risultato dell’attività di bonifica disposta dall’amministrazione comunale targata Ciro Borriello nell’ex area container di via Circmvallazione.

Un’attività monitorata passo dopo passo dall’assessore all’ambiente del Comune: «Non si tratta del primo intervento effettuato in una zona decisamente importante – afferma Salvatore Quirino – perché si trova in prossimità delle scuole Nazario Sauro e  Domenico Morelli e a ridosso di una frequentata area mercatale. Perciò siamo attenti a questa zona, dove purtroppo incivili depositano indiscriminatamente i rifiuti, a dispetto della presenza nelle vicinanze di due regolari centri di raccolta».

Le pale meccaniche e i mezzi utilizzati dalla ditta incaricata hanno recuperato scarti e immondizia di ogni genere: due tonnellate circa di residui di ristrutturazioni edilizie e una tonnellata circa di rifiuti solidi urbani. Oggi l’area si presenta sgombera da scarti: «E così ci auguriamo di preservarla per il prossimo futuro – conclude l’assessore all’ambiente – A riguardo, abbiamo chiesto alla polizia municipale di intensificare i controlli, in attesa dell’insrtallazione di telecamere di videosorveglianza. Mi sento di rivolgere un doveroso ringraziamento a chi ha lavorato per realizzare l’opera di bonifica».

Un intervento apprezzato dagli abitanti del quartiere, ma “contestato” dagli attivisti dell’associazione Università Verde: «Si tratta di una bonifica del tutto parziale che ha interessato solo l’area utilizzata come deposito provvisorio di materiali provenienti o destinati ai lavori di rifacimento del manto stradale di alcune zone della città – la tesi degli ambientalisti  Al sindaco Ciro Borriello chiediamo come mai non sia stata ripulita l’intera area che necessita di un lavoro sia di rimozione dei cumuli di immondizia, sia di taglio radicale dei cespugli cresciuti a dismisura».

CRONACA