A Portici il casting del M5S per la scelta del nuovo candidato sindaco

metropolisweb,  

A Portici il casting del M5S per la scelta del nuovo candidato sindaco

Portici. I 5 Stelle verso il voto, ma ancora senza un candidato da proporre per la grande scalata a Palazzo Campitelli. I Grillini, in vista delle prossime amministrative, scelgono una strategia diversa rispetto agli “avversari” del Pd che sembrano aver già trovato in Enzo Cuomo l’uomo giusto per tornare a guidare la città.

Al momento, infatti, non c’è nessun nome di un candidato a sindaco tra le fila del M5S, né si è ancora intrapreso il percorso interno al movimento per trovare un nome in grado di mettere tutti d’accordo,  ma è già stato stilato il programma elettorale.

A differenza del Pd, che sembrerebbe avere le idee molto chiare sia riguardo la situazione in cui versa Portici, sia su chi dovrà essere il candidato. A partire dalle 19 di oggi, i pentastellati daranno il via a una serie di incontri e dibattiti con la cittadinanza, durante i quali si discuterà in maniera approfondita   delle problematiche che attanagliano la città della Reggia. 

Dall’intoppo del Waterfront alle problematiche della Leucopetra, fino al pre-dissesto finanziario. Insomma, al seguito di uno scrupoloso sondaggio alla ricerca dei punti deboli, che finora hanno avuto le passate amministrazioni comunali, i Grillini hanno messo nero su bianco una seria di tematiche – appartenenti al programma elettorale -, che la prossima amministrazione dovrebbe rispettare per risanare Portici.

Inoltre – fanno sapere i Grillini – il programma elettorale e i punti critici da affrontare, saranno stabiliti durante gli incontri con la cittadinanza, in modo da arricchire il sondaggio. «Vogliamo proporci a Portici come l’alterativa al Pd – ha spigato Giovanni Erra dei 5 Stelle -, perché finora ha governato solo il Pd e i risultati si sono visti. Noi vogliamo analizzare tutte le criticità assieme ai cittadini». Inoltre, a breve sarà presentata la lista con i 16 nominativi, compreso del candidato a sindaco, da posizionare nel mosaico elettorale. Mentre gli altri nomi – fanno sapere i Grillini – «saranno quelli di chi ha voluto sposare le nostre iniziative e il nostro percorso».

CRONACA