Veleni sul centro pastorale, il sindaco di Sant’Antonio Abate si schiera al fianco della chiesa

metropolisweb,  

Veleni sul centro pastorale, il sindaco di Sant’Antonio Abate si schiera al fianco della chiesa

Sant’Antonio Abate. Lettere anonime ed esposti colpiscono da tempo il centro pastorale di via Paolo Borsellino. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Varone scende in campo contro i veleni del corvo e si schiera al fianco di don Salvatore Branca. “Il Centro Socio Educativo Rosa Nova – spiega il sindaco Antonio Varone- è un patrimonio di tutta la comunità abatese, ci sono tutti i presupposti per farla di-entare una bellissima realtà, più di quanto non lo sia già». «Come amministrazione- continua il primo cittadino- attraverso i nostri uffici, abbiamo seguito tutto l’iter procedurale, fin dalla presa di possesso dello stesso centro nell’estate del 2012 e abbiamo vigilato affinché nessuna irregolarità fosse commessa, attraverso un costante e persona-e interfacciarmi con lo stesso don Salvatore. Un interesse verso il Centro Pastorale Rosa Nova e nei confronti della parrocchia di Sant’Antonio Abate continuato negli anni attraverso contributi per le attività e culmina-to con la deliberazione di consiglio comunale per il riconoscimento del pubblico interesse della struttura e con la sottoscrizione di un protocollo d’intesa per l’utilizzo pubblico della stessa una volta completati i lavori. Mi spiace solo che qualche consigliere comunale, voglia in maniera autonoma e pretestuosa, arrogarsi i meriti di un qualcosa che appartiene a tutta la cittadinanza, alzando sterili polveroni che hanno l’unico intento di polemizzare su quanto quotidianamente la mia squadra di governo si impegna a fare per la città» – sottolinea senza mezzi termini il primo cittadino Antonio Varone.

CRONACA