Scafati. Comune sciolto per camorra, sotto assedio anche la Di Saia

metropolisweb,  

Scafati. Comune sciolto per camorra, sotto assedio anche la Di Saia

SCAFATI – L’arrivo della triade commissariale a Palazzo Mayer dovrebbe far immediatamente saltare la “poltrona” di Immacolata Di Saia. Il nome della segretaria generale del Comune di Scafati figurerebbe in diverse pagine della relazione della Commissione d’Accesso, inviata poi al Ministero dell’Interno, che ha determinato lo scioglimento del Comune per infiltrazione camorristica (decisione presa dal Governo Gentiloni venerdì scorso). Intanto con Scafati, sono sei i Consigli Comunali sciolti in presenza della Di Saia, un vero record. 

I prefetti – che saranno nominati oggi e s’insedieranno tra 15 giorni -, senza dubbio, vorranno leggere le varie motivazioni che hanno portato Palazzo Mayer al suo secondo scioglimento per infiltrazioni criminali. E tra le pagine della relazione della Commissione d’Accesso insediatasi lo scorso marzo, figurerebbe – a più riprese – il nome di Immacolata Di Saia, la segretaria generale dell’Ente in diverse occasioni bersaglio delle accuse dell’opposizione politica dell’ormai ex sindaco Pasquale Aliberti. 

+++L’ARTICOLO COMPLETO SULL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS IN EDICOLA+++

CRONACA