Fermento nel Salernitano: i Socialisti verso la scissione

metropolisweb,  

Fermento nel Salernitano: i Socialisti verso la scissione

Salerno. In molti erano al Lingotto di Torino per la convention del Pd. Altri erano a Roma con i “Socialisti in Movimento”. Qualcun altro era a Salerno per l’assemblea provinciale del Psi. Tappe differenti che confermano come, anche nel Salernitano, le forze di sinistra stiano attraversando una fase tutt’altro che definita. Logica conseguenza della frammentazione nazionale che, a quanto pare, non riguarda soltanto il Partito Democratico.

La strategia dei Socialisti

Ieri mattina, infatti, mentre il consigliere regionale del Psi, Enzo Maraio prendeva parte all’assemblea provinciale degli iscritti della provincia di Salerno (eletti i delegati che parteciperanno al prossimo congresso nazionale a sostegno della candidatura a segretario nazionale di Riccardo Nencini), i socialisti di “Azione Punto Rosso” – Pasquale Mucciolo, Gianni Iuliano ed Enzo Farace – si ritrovavano a Roma per l’assemblea dei “Socialisti in Movimento”. Un’associazione nazionale che raggruppa circoli e associazioni, oltre al comitato del no al referendum. Un incontro aperto all’area socialista ma che ha visto gli interventi anche del governatore della Puglia, Michele Emiliano e di Miguel Gotor (personaggio molto vicino a Pierluigi Bersani. «Lavoriamo affinchè tutto ciò che è distante dal Pd di Renzi trovi una sintesi», ha spiegato Pasquale Mucciolo che si sta muovendo anche per radicare questo progetto in provincia di Salerno. Venerdì, infatti, alla Provincia di Salerno si terrà un’assemblea dei socialisti a cui prenderanno parte anche l’ex ministro Carmelo Conte, Gennaro Mucciolo, Gianni Iuliano, Antonello Scuderi e Maria Cammarano. L’incontro sarà occasione per discutere delle dinamiche della sinistra e decidere il percorso da intraprendere. Anche fuori dal Psi. Il gruppo, infatti, guarda con attenzione sia al campo progressista di Giuliano Pisapia che a Democratici e Progressisti di Roberto Speranza.

Il movimento creato dai fuoriusciti dal Pd, tra l’altro, ha già raccolto le prime adesioni all’ombra del castello d’Arechi. Con il parlamentare Michele Ragosta hanno ufficializzato il passaggio in Dp anche l’assessore Mariarita Giordano, l’ex Gerardo Calabrese e i consiglieri Giuseppe Ventura e Antonio Carbonaro (in trattativa ci sarebbe anche Felice Santoro).

Assalto al feudo di De Luca

Adesioni che, di certo, non faranno sorridere il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, tornato al fianco di Matteo Renzi e presente con una folta delegazione di salernitani (tra cui anche i parlamentari Tino Iannuzzi e Sabrina Capozzolo) al Lingotto di Torino.

Nuovi percorsi politici che fanno il paio con la “campagna acquisti” avviata dagli altri candidati in corsa per la segreteria Pd. Simone Valiante si è schierato con Michele Emiliano, mentre Tonino Cuomo con Andrea Orlando.  

CRONACA