Il Napoli pensa al futuro: tutti i colpi di Giuntoli in agenda, ma tutto dipende dalla Champions

metropolisweb,  

Il Napoli pensa al futuro: tutti i colpi di Giuntoli in agenda, ma tutto dipende dalla Champions

Nove giornate separano il Napoli dal traguardo chiamato Champions League, quello da cui dipenderà il futuro mercato del club partenopeo. Perché Cristiano Giuntoli, il direttore sportivo degli azzurri, potrà operare liberamente soltanto nel caso in cui il club siederà al gran buffet assicurato dall’accesso alla competizione più prestigiosa d’Europa. Di sicuro, decisivo per le sorti di Maurizio Sarri sarà quel secondo posto – distante ad oggi appena due lunghezze – che potrebbe significare nuovi acquisti e un Napoli più competitivo in Italia e in Europa. 

 

Grana Mertens

Occhio a Keita e Castillejo 

Oltre al mercato in entrata, ci sarà sicuramente da lavorare anche ai rinnovi di contratto. Se per Insigne sarà più semplice chiudere per il prolungamento, lo stesso non si può dire per Mertens. Il calciatore belga, che s’è rivelato devastante al centro del tridente del Napoli, potrebbe decidere di cambiare aria, complice la crisi matrimoniale che sta vivendo con la moglie Kat. Il club partenopeo, da parte sua, è intenzionato a blindare l’esterno d’attacco e si sarebbe spinto a offrire anche un ingaggio di oltre 3 milioni di euro. Va da sé che De Laurentiis stia ora cercando di tutelarsi seguendo nuovi profili. Uno conduce a Keita – gioiello della Lazio che Lotito si farebbe pagare oro – e l’altro Castillejo, laterale offensivo di proprietà del Villarreal. Giuntoli ha messo gli occhi sul 22enne lo scorso anno in occasione dei sedicesimi di finale di Europa League giocati contro gli spagnoli e sarebbe pronto a presentare un’offerta da 20 milioni di euro. 

 

Incognita Ghoulam

Monitorati tre profili 

Non solo un esterno d’attacco servirà al Napoli nel caso di un addio di Mertens. Resta l’incognita Ghoulam, che non ha ancora trovato l’accordo per restare nel capoluogo campano. Il suo contratto è in scadenza nel 2018 e sembra quasi scontata ad oggi la sua partenza. Giuntoli sta monitorando diversi profili. Tra questi Grimaldo del Benfica, Tosic del CSKA Mosca e Mendy del Monaco. 

 

Caso portiere e vice Hysaj 

Non solo l’erede di Ghoulam, all’ombra del Vesuvio le manovre di mercato prevedono anche l’acquisto di un portiere vista la situazione delicata con Sepe e Rafael. Il napoletano non ha giocato quest’anno nemmeno una partita, il brasiliano appena una in Coppa Italia contro il modesto Spezia. Oltre al capitolo portieri tutto da scrivere, De Laurentiis dovrà muoversi anche per un vice Hysaj, interpretato quest’anno da Maggio. 

Insomma, in attesa della chiusura dei giochi, che sancirà il secondo o il terzo posto, Giuntoli ha iniziato a sondare quelli che sono i profili più adatti alle logiche di De Laurentiis per età e anche costo del cartellino. Tradotto significa che la  programmazione per grosse linee è già iniziata per rendere il Napoli più competitivo e provare a colmare il gap dalla Juventus. Non è da escludere che il presidente del Napoli possa decidere di assicurarsi anche un canetrocampista più fisico, ma significherebbe che Allan lascerebbe il capoluogo campano. 

CRONACA