Consiglio comunale “lumaca” a Torre del Greco: grillini e ribelli incalzano il sindaco

metropolisweb,  

Consiglio comunale “lumaca” a Torre del Greco: grillini e ribelli incalzano il sindaco

Torre del Greco. Un patto trasversale per convocare un consiglio comunale urgente e provare a spezzare in tempi record i fragili equilibri raggiunti dalla maggioranza guidata dal sindaco Ciro Borriello.

A una settimana dalla nomina del settimo assessore – in giunta è entrata la praticante avvocato Angela Laguda, sostenuta dai “recuperati” Stefano Abilitato e Ciro Piccirillo – il capogruppo del M5S di palazzo Baronale ha protocollato una richiesta di convocazione dell’assise entro 20 giorni per smaltire «i lavori dell’opposizione che giacciono in aula dal lontano 2015».

Insieme alle firme dei colleghi di minoranza Domenico Maida e Giovanni Palomba, il grillino Ludovico D’Elia ha raccolto l’adesione di Alfonso Ascione e gli importanti autografi di due fuoriusciti dalla maggioranza: la baby politica Annalaura Guarino e il consigliere-allenatore Vittorio De Carlo.

In tutto sei, un numero sufficiente – secondo un apposito articolo dello statuto comunale – a ottenere di diritto la convocazione entro venti giorni. «La lentezza dei lavori del consiglio comunale lede gravemente le prerogative dell’opposizione di svolgere il proprio ruolo – sottolinea Ludovico D’Elia – è necessario convocare entro 20 giorni una seduta dedicata a tutti i lavori portati in aula dalla minoranza e fino a oggi mai discussi».

+++ leggi l’articolo completo OGGI in edicola su Metropolis Quotidiano +++

CRONACA