Smart MEM, conoscere per ridurreLa bolletta elettrica si può tagliare

metropolisweb,  

Smart MEM, conoscere per ridurreLa bolletta elettrica si può tagliare

Nel mercato libero della vendita dell’energia elettrica è auspicabile per i consumatori che avvenga quanto già visto nel mondo degli operatori telefonici, dove la concorrenza ha portato evidenti benefici in termini di discesa dei prezzi, diversificazione delle offerte e accrescimento della libertà di scelta.

In un sistema in cui larga parte del costo delle bollette è però riconducibile a oneri fiscali e parafiscali, oltre che individuare l’offerta più vantaggiosa, è indispensabile, per tagliare i costi, adottare comportamenti mirati al risparmio energetico.

Per raggiungere questi obiettivi, conoscere in dettaglio le proprie abitudini di consumo elettrico è il primo fondamentale passo da fare. In questo sono di scarso aiuto le fatture inviate dai fornitori di energia, in cui si trovano dati di consumo aggregati, non verificabili, ma, soprattutto, di difficile lettura e analisi nel tempo. I nuovi contatori elettronici potrebbero essere preziosi alleati, sul loro display sono presenti dati, che, raccolti con regolarità e riportati in tabelle preparate ad hoc, sarebbero sufficienti a tracciare il nostro profilo di consumatore elettrico. Quanti però hanno il tempo e la pazienza di farlo? Per uscire da questa impasse, la soluzione è offerta da un dispositivo evoluto da collegare al contatore in modo plug&play. Si chiama Smart MEM ed è progettato e prodotto dalla Acotel, un’azienda italiana con esperienza ultra trentennale, che, nei vari settori in cui si è trovata ad operare, ha sempre dimostrato un’elevata propensione all’innovazione.

Si presenta come una piccola (95X68X30 mm) scatola in plastica bianca lucida e si installa in pochi minuti senza la necessità di un tecnico. Ha due porte, una microUSB, che serve a ricaricare la batteria integrata da 2000 mAh (autonomia di circa 1 anno) e un’altra a cui va collegato il cavo con sensore ottico da sovrapporre al LED del contatore per rilevare consumo di energia e potenza assorbita.

All’interno, oltre ad una CPU (Microchip PIC24FJ64GA104), è presente un modem GSM 2G con SIM dati, che, ogni 24 ore, invia le rilevazioni effettuate alla piattaforma cloud, My Energy Meter, accessibile da PC via Web o da smartphone e tablet via App (Android e iOS). Qui le informazioni, opportunamente elaborate dal sistema, sono consultabili, mediante un’interfaccia intuitiva, in grafici di immediata comprensione su base oraria, giornaliera, settimanale o annuale.

Per accedere al servizio bisogna registrarsi scegliendo username (indirizzo email valido) e password, quindi completare il profilo inserendo il tipo di contatore, la potenza contrattuale e la tariffa della propria fornitura.

Oltre a prevedere i costi in bolletta giorno per giorno, si ha accesso a numerosi interessanti grafici. “Andamento consumi” riporta i consumi totali e medi, così da fare interessanti confronti tra periodi, ed avere la possibilità di verificare se i kWh riportati in bolletta coincidono con quelli realmente consumati. “Calcolo Stand-by”, mette in evidenza quanto il consumo degli apparati always-on (tv, computer, stereo) incida sul totale (spesso oltre il 50%), facendoci rendere conto di quanto sarebbe utile spegnere le tante lucine rosse attive H24. “Consumi per fasce”, suddivide i consumi nelle tre fasce orarie F1, F2, F3 (quelle utilizzate dai fornitori per formulare le offerte), fornendo un indispensabile supporto per scegliere la tariffa migliore, a partire dalle nostre abitudini di consumo. “Picco di potenza” evidenzia i picchi di consumo giornalieri, così da adeguare la potenza contrattuale alle proprie esigenze. “Temperatura” correla i consumi alle condizioni metereologiche, fornendo preziose indicazioni sulla efficienza energetica domestica.

Nel pannello di gestione è possibile anche impostare notifiche in tempo reale (via email e/o via app) da ricevere in caso di potenza assorbita istantanea o energia consumata superiori a soglie personalizzabili.

Il dispositivo Acotel permette, in buona sostanza, di individuare la migliore offerta sul mercato, una volta conosciute le nostre abitudini di consumo energetico. Abitudini che sono, peraltro, migliorabili, una volta che si sia presa coscienza, attraverso l’analisi dei dati, di sprechi di corrente o consumi atipici, attuando un percorso virtuoso di rieducazione, che, oltre a non trascurabili benefici all’ambiente, produce un risparmio in bolletta che può arrivare fino al 10%.

Smart MEM è in vendita a 129 euro, prezzo comprensivo di un anno di abbonamento al servizio My Energy Meter, che, a scadenza, è rinnovabile per 19,90 euro ad anno.

CRONACA