Pompei, voucher sociali per cento famiglie. Pubblicata la graduatoria

metropolisweb,  

Pompei, voucher sociali per cento famiglie. Pubblicata la graduatoria

Pompei. Misure per il contrasto alla povertà e per il sostegno delle persone fragili.  È stata pubblicata la graduatoria per l’assegnazione dei voucher per l’acquisto di generi alimentari. I cosiddetti “ticket sociali” sono stati riconosciuti a 100 cittadini che ne avevano fatto richiesta mentre sono stati esclusi 13 richiedenti.

La misura fu approvata dall’ex commissario prefettizio Donato Cafagna lo scorso mese di dicembre per contrastare il diffondersi del fenomeno delle “nuove povertà”, per consentire ai beneficiari di accedere a condizioni agevolate a una rete di punti vendita o strutture accreditate per l’acquisto di prodotti o la fruizione dei servizi e sostenere i nuclei familiari con una forte criticità dal punto di vista reddituale.

Tra i requisiti richiesti per l’ammissione al progetto la residenza nel comune di Pompei, l’avere un reddito Isee inferiore o pari a 5mila euro. La somma complessiva impegnata per il rilascio dei voucher destinati all’acquisto di generi alimentari è stata di 20mila euro. La commissione tecnica ha ultimato la fase di verifica delle istante arrivate a Palazzo de Fusco  tenendo conto dei parametri economici, della composizione del nucleo familiare e ulteriori condizioni di fragilità sociale. Il progetto prevede l’erogazione di un voucher mensile di un valore massimo di 100 euro e minimo di 50 euro per un periodo di quattro mesi totali. 

La graduatoria pubblicata dal comune indica 177 soggetti ammessi ma beneficiari del sussidio saranno i primi cento che “avranno diritto a una tipologia di buono acquisto e specificamente: buono acquisto mensile da erogare nel periodo gennaio-aprile 2017 (per un periodo di n.4 mesi) per l’importo unitario pari a euro 50”.

Le graduatorie pubblicate on line sul sito istituzionale dell’ente riportano solo le iniziali del cognome e del nome dei soggetti inclusi negli elenchi per ragioni di privacy. I diretti interessanti potranno consultare gli elenchi completi dei dati personali presso l’ufficio Servizi Sociali del comune. Eventuali ricorsi da parte degli esclusi potranno essere presentati alla commissione tecnica entro 20 giorni dalla pubblicazione avvenuta il 28 aprile. 

CRONACA