A Torre del Greco Renzi non sfonda. Orlando tiene testa all’ex premier

metropolisweb,  

A Torre del Greco Renzi non sfonda. Orlando tiene testa all’ex premier

A Torre del Greco, la città del sindaco leghista Ciro Borriello, i migranti non votano alle primarie del Pd. Ma i democrat riescono, in ogni caso, a superare il tetto dei 1000 votanti, portando a casa un risultato dignitoso. 

L’ex premier Renzi qui ha raccolto 588 voti. Ma non è bastato per sfondare il muro del 50% e tenere testa al fronte di Orlando che – sostenuto dal capogruppo Salvatore Romano e, secondo i bene informati, da qualche “alleato” del centrodestra – è riuscito a mettere insieme la bellezza di 439 preferenze. Emiliano, invece, si ferma a 160.

L’ennesima prova delle faide intestine all’interno del primo partito del centrosinistra, dove il consigliere comunale Clelia Gorga era stata inizialmente candidata in un collegio di Napoli (all’ottavo posto) salvo poi correre frettolosamente ai ripari e fare sparire il proprio nome dall’elenco dei concorrenti.

CRONACA