Portici, polemiche e scontri in consiglio comunale. Ma c’è l’ok al bilancio

metropolisweb,  

Portici, polemiche e scontri in consiglio comunale. Ma c’è l’ok al bilancio

Portici. La maggioranza targata Enzo Cuomo resta compatta. Cuomo e supera la prova del bilancio. La seduta in aula è stata anticipata da un incontro organizzato dall’opposizione per esporre tutte le criticità registrate durante i primi mesi della nuova amministrazione comunale. Poi è iniziato il nuovo faccia a faccia tra le due parti, in un consiglio comunale che si è concluso con l’approvazione di tutti i punti all’ordine del giorno.

Le polemiche dell’opposizione

I sei esponenti dell’opposizione per esternare tutte le criticità e le ombre dei primi mesi targati Enzo Cuomo hanno sfruttato puntato su una conferenza “lontano dagli occhi indiscreti”. «E’ di vitale importanza mettere al corrente la città riguardo la questione degli atti del bilancio che non abbiamo avuto la possibilità di vedere se non all’ultimo secondo, rendendo impossibile la variazione e la rettifica – l’affondo di Mauro Mazzone -. Voglio precisare che non ci è stato possibile visualizzare i conti della Leucopetra perché né il presidente della commissione bilancio né l’assessore competente hanno trasmesso gli atti». La parola passa al Movimento 5 Stelle: «Gli accordi tra Comune e Fs per la concessione del parcheggio in comodato d’uso gratuito prevedeva anche la riqualificazione dell’area e la messa in sicurezza, ma a oggi la situazione resta invariata, ora vogliamo capire chi e quando avrebbe dovuto eseguire questi lavori».

Le polemica di Franco Santomartino dei Verdi: «Abbiamo provveduto a protocollare un esposto indirizzato ai vertici delle Ferrovie, perché quella che si sta facendo è una truffa: non si può far pagare l’accesso in un’area se concessa in comodato d’uso gratuito». Concetti sposati in pieno da Salvatore Iacomino e Aniello Pignalosa.

L’ok al bilancio

Il terzo consiglio comunale fila liscio fino al tasto dolente della seduta: l’approvazione del bilancio consolidato. Perché proprio su questo punto la commissione bilancio ha lamentato ritardi nella consegna dei registri, di fatto impedendone un esame accurato. Il presidente della commissione, Bruno Provitera, ha spiegato: «Gli atti sono effettivamente arrivati in ritardo, data anche la complessità degli stessi. Ma siamo riusciti a ottenere in pochi giorni le necessarie relazioni tecniche». Poi a gettare acqua sul fuoco ci ha pensato direttamente il collegio dei revisori dei conti. Gli unici deficit – secondo il collegio di commercialisti – sarebbero circa 2.000.000 di perdita verso i propri creditori, ovvero gli atri comuni per cui Leucopetra presta servizio. Mentre il costo che ha il Comune di Portici, in quanto maggior azionista, è di circa 5.000.000 di euro annui per garantire il servizio che svolge Leucopetra in città, ma questa, come è stata definita dagli stessi revisori è una scelta politica.   

Insomma, al termine del dibattito, tra le polemiche dei dissidenti l’atto è stato approvato dalla maggioranza.

La replica di Cuomo

Il primo cittadino di Portici ha risposto alle accuse mosse dalla sua minoranza e anche dal consigliere di maggioranza, Enzo Ruffino, che ha nuovamente attaccato il sindaco in merito alla scelta del cda della Luecopetra. «La Leucopetra resta un’azienda strategica per il nostro Comune e per questo motivo segue uno scrupoloso controllo. Inoltre, in merito alle proposte di renderla una multiservizi, occorre spiegare che in effetti lo è già, basta pensare ai numerosi servizi esterni che svolge questa ditta – risponde Enzo Cuomo -. Per quanto riguarda la nomina del cda, voglio soltanto ricordare ai polemici che a oggi non è ancora stata ufficializzata l’assegnazione delle cariche, ma quando lo sarà sono pronto a un confronto pubblico» 

Valorizzata l’istruzione.

Durante il consiglio comunale all’ombra della reggia, sono state annunciate numerose novità sotto il profilo dell’istruzione. In primis il Comune si farà carico dell’80% del costo della refezione scolastica, ovvero il 10% in più rispetto lo scorso anno e, i pasti saranno preparati esclusivamente in strutture locali e non più a Torre del Greco. Inoltre, dalla Regione è arrivato un finanziamento di circa 45.000 euro che servirà ad implementare il trasporto per i diversamente abili nelle varie scuole della città. Infine, il primo cittadino , con fondi privati ha assegnato due borse di studio per gli studenti meno agiati.

CRONACA