Torre del Greco. Mario strega l’America: «Ho conquistato gli Usa coi panini»

metropolisweb,  

Torre del Greco. Mario strega l’America: «Ho conquistato gli Usa coi panini»

FRITZ!Box 7490, molto più di un modem router
Sant'Antonio Abate. Strade colabrodo, l'ira di Donadio: "Il sindaco faccia un giro in periferia"

Ha realizzato un sogno che aveva nel cassetto sin da piccolo, quello di andare all’estero in cerca di fortuna. Varcare l’oceano armato solo di un’idea e la voglia di lavorare, di inventarsi e di inventare qualcosa di nuovo. Qualcosa dal sapore semplice, ma raffinato. “Rude” ma squisito, senza creme e salsine tipicamente predilette dei cittadini Usa. Tutti elementi che hanno spinto il 29enne Mario Pesce, figlio del presidente Unicef Napoli a lasciare Torre del Greco per New York all’età di 22anni, dove in una delle strade più famose e spettacolari della Big Apple ha aperto la sua Panineria italiana. Un posto piccolo ma gettonato, anche in un angolo di mondo dove a fargli da concorrenza ci sono milioni di altre attività gastronomiche di ogni genere e tipo. Ma Mario, al Greenwich Village alle spalle di Washington Park, in soli 4 anni grazie al suo semplicissimo panino Paestum: prosciutto, mozzarella, olio extravergine di oliva, tutto rinchiuso in una baugette, è riuscito a farsi conoscere da tutti e soprattutto dagli studenti universitari newyorkesi. 

CRONACA