Castellammare. Livido sul viso del figlio: rischiano di perdere il bambino

Elena Pontoriero,  

Castellammare. Livido sul viso del figlio: rischiano di perdere il bambino

Juve Stabia. Manniello: «Ora riprendiamoci quello che è nostro»
San Silvestro. A Portici un 49enne ricoverato per ustioni. Trentacinque feriti, anche un bambino

L’incubo di vedersi portare via il figlio per un protocollo di autotutela attivato dall’ospedale. E’ quanto capitato a Fabrizio Cappelli, 38enne di Castellammare di Stabia, residente in Galles da circa 15 anni. Fiato sospeso dei parenti stabiesi che hanno vissuto e stanno vivendo, a distanza, l’inferno dei due genitori rimasti in “ostaggio” del piano sanitario Royal Gwent di Newport, scattato nel Galles. Un livido sospetto sulla guancia del piccolo di appena 9 mesi si è trasformato in un allarme. «Non sapevamo cosa rispondere alla domanda: come si è ferito il bimbo? Da quel momento ci siamo ritrovati in una situazione talmente complicata con il rischio che ci portassero via nostro figlio con l’accusa di maltrattamento».

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o vai all’edizione digitale http://metropolis.ita.newsmemory.com/

CRONACA