A Pompei riemerge la Domus “Vintage”

Francesco Sabatino,  

A Pompei riemerge la Domus “Vintage”
Domus che continuano a delinearsi nella loro struttura completa, con affreschi, oggetti e tracce di vita quotidiana. E' quanto sta avvenendo nel cantiere della Regio V degli scavi di Pompei, dove proseguono quotidianamente le scoperte di strutture e reperti. Pompei, 2 agosto 2018. ANSA/CESARE ABBATE

Stucchi colorati che rievocano i marmi più preziosi, antichi e rarissimi decori che il raffinato padrone di casa aveva voluto mantenere negli ambienti di rappresentanza della sua dimora affacciata sul Vicolo dei Balconi. A Pompei gli scavi in corso nella Regio V restituiscono nuovi tesori e riscrivono la storia di quella che era indicata come la Casa di Giove. “Una domus con decori ‘vintage’ in I stile – anticipa all’ANSA il direttore Osanna – il cui proprietario doveva essere facoltoso e colto, conscio del valore di pitture già allora centenarie”. Nell’atrio riccamente colorato con finte lastre di marmo in rosso, nero, giallo e verde, anche un graffito che sembra prendere in giro il proprietario chiamandolo “Balbo l’Ateniese”, con il riferimento ad un personaggio all’epoca molto noto che era stato proconsole di Creta e Cirene.

CRONACA