Abusi su minori disabili, italiano catturato in Albania. Era stato condannato a 13 anni di carcere

Redazione,  

Abusi su minori disabili, italiano catturato in Albania. Era stato condannato a 13 anni di carcere
20090209 - CLJ - BRESCIA - PEDOPORNOGRAFIA: TELEFONO ARCOBALENO, CRESCE IN EUROPA - Oltre 36.000 bambini sono stati scambiati in internet 20 miliardi di volte per alimentare il turpe mercato della pedofilia on line. Il 42% ha meno di 7 anni e il 77% meno di 9 anni. Sono i dati sulla pedopornografia sul web che emergono dal 13/mo rapporto dell'Osservatorio internazionale di Telefono Arcobaleno, resi noti alla vigilia della giornata Europea per la sicurezza in rete. ''La pedofilia on line - afferma il presidente e fondatore dell'organizzazione, Giovanni Arena - e' un mercato che non conosce crisi e formalmente illegale ma di fatto libera, i clienti restano pressoche' impuniti per la lentezza dei processi e le giovani vittime rimangono stritolate tra i meccanismi farraginosi di una giustizia che fatica a dare risposte''. ANSA/FILIPPO VENEZIA / KLD

Roma  – Un italiano 45enne, destinatario di una condanna a 13 anni per violenza sessuale emessa dalla procura di Velletri, è stato arrestato a Kombinat da investigatori locali, con la collaborazione delServizio per la cooperazione internazionale di Polizia, delServizio centrale operativo e dei poliziotti della SquadraMobile di Roma. L’uomo, ex educatore, è ritenuto responsabile di diversi abusi sessuali su minori disabili a lui affidati ed ospitati presso strutture gestite da varie cooperative sociali per le quali l’indagato svolgeva la propria attività lavorativa. Gli episodi si sono verificati all’interno di case-famiglia capitoline e partenopee tra il 2003 ed il 2011. Nel 2013 si è reso irreperibile ed è stata richiesta l’estensione delle sue ricerche in campo internazionale. In particolare, sono state inizialmente attivate le Autorità thailandesi, in quanto un familiare aveva intrattenuto relazioni in quel Paese. Nel corso dell’attività investigativa finalizzata al suo rintraccio, coordinata dalla Procura della Repubblica diVelletri, è emerso che il 45enne avrebbe ricevuto trasferimenti di denaro in Albania; le successive indagini hanno consentito di localizzare il ricercato a Kombinat nei pressi di Tirana, ospite della compagna albanese. Nei giorni scorsi, un investigatore dello Sco ed uno dellaSquadra Mobile capitolina hanno raggiunto Tirana per collaborare con le autorità di polizia albanesi nella localizzazione e cattura del latitante.

CRONACA