Castellammare: Natale in Stabiae, da Enzo Avitabile a Sal Da Vinci

Redazione,  

Castellammare: Natale in Stabiae, da Enzo Avitabile a Sal Da Vinci

CASTELLAMMARE – Era uno degli atti più attesi dell’amministrazione Cimmino: presentato il cartellone di eventi natalizi organizzato dall’amministrazione comunale. Tema che da sempre fa litigare maggioranza e opposizione e fa scontrare gli artisti cittadini, tutti pronti a rivendicare la primogenitura della “cultura stabiese” da portare nel mondo.“Un Natale all’insegna della valorizzazione delle tradizioni, impreziosito da artisti di grande spessore con il contributo delle parrocchie e delle associazioni. Tra il 7 dicembre e il 6 gennaio a Castellammare di Stabia andranno in scena i 25 eventi inclusi nel cartellone Natale a Stabia” si legge nella nota dell’amministrazione comunale. Che presenta il Palio dei fuochi per l’Immacolata e le luminarie da installare su tutto il territorio comunale.“Natale a Stabia ha debuttato sui canali social nei giorni scorsi con la campagna di #comunicazione dedicata alla Festa dell’Immacolata. Il logo che include la Madonna, l’acqua, il fuoco e la legna, e le clip che richiamano alla tradizione, accompagneranno gli stabiesi fino al 7 dicembre. Subito dopo partirà la campagna di sensibilizzazione contro i botti” si legge nella nota. In cui si rimedia alle polemiche legate al fatto che, nonostante non vi fosse ancora la pubblicazione della delibera di assegnazione, la pubblicità degli eventi made in Stabia faceva già capolino sui social.“Abbiamo deciso di coinvolgere veramente tutti attraverso una manifestazione di interesse che ha riscosso uno straordinario successo in termini di partecipazione. – ha detto il vicesindaco Lello Radice, con delega alla Cultura – La scelta degli eventi da includere nel cartellone è stata determinata da criteri di identità, rispetto delle tradizioni natalizie e promozione del patrimonio artistico, culturale e storico della città”. Ed i nomi infatti sono di spessore: da Enzo Avitabile a Daniele Sepe, passando per Sal Da Vinci, che con Radice ha un rapporto privilegiato da tempo. Tra le protagoniste anche l’artista stabiese Fiorenza Calogero, “star” qualche settimana fa di una polemica social contro la passata amministrazione sui nomi degli artisti invitati a partecipare agli eventi. In questo caso, c’è da giurarlo, non vi sarà nessuna polemica.Eventi di qualità, dunque, quelli su cui punta l’amministrazione comunale: si parte il 7 dicembre con la Festa dell’Immacolata 2018, che prenderà il via alle ore 21.00 con il concerto del celebre sassofonista e cantautore Enzo Avitabile (Official), a cui faranno seguito la processione e la rappresentazione teatrale della leggenda del naufragio da cui è scaturita la tradizione delle voci votive dell’Immacolata, di cui stiamo fornendo pillole quotidiane sui social attraverso la nostra campagna di comunicazione.Sarà un gruppo di arcieri ad accendere i falò predisposti sull’arenile con frecce infuocate, rendendo ancor più magica l’atmosfera. Gli eventi andranno a coinvolgere il centro cittadino e i quartieri, passando anche attraverso le chiese. Il 29 dicembre nella Cattedrale si terrà il concerto di Fiorenza Calogero, accompagnata da Daniele Sepe, sassofonista di fama mondiale.“La notte di Capodanno, inoltre, sarà impreziosita dal concerto di Sal Da Vinci, che ha rinunciato ad offerte più consistenti per essere qui a Castellammare con uno evento che culminerà nel countdown di mezzanotte. Il nuovo anno sarà inaugurato da uno spettacolo di fuochi d’artificio, ma ci tengo a ringraziare tutti quelli che hanno contribuito alla stesura del cartellone, a conferma della vitalità e della passione che coinvolgono tutto il nostro territorio” si legge nella nota. “Le festività natalizie meritavano un cartellone all’altezza della nostra straordinaria città. – ha affermato il sindaco Gaetano Cimmino – E per questo motivo ci siamo attivati sin dal mese di ottobre per giungere alla definizione di un calendario di appuntamenti che mai prima d’ora era stato così ricco e variegato, in termini di coinvolgimento e qualità. Il merito, in tal senso, va ascritto in primis al vicesindaco Lello Radice, che in questo settore gode di un’esperienza trentennale”. “Ho accettato di festeggiare il Capodanno con un mio concerto a #Castellammare perché per me il denaro conta meno dell’amicizia. – ha spiegato Sal da Vinci – Quando Lello Radice mi ha contattato, non ho esitato ad accettare. Sono convinto che la città risponderà presente e verrà in villa comunale a far festa insieme a noi”.

CRONACA