Clan Cesarano, agenda del pizzo. Cinquanta euro sui videopoker

Tiziano Valle,  

Clan Cesarano, agenda del pizzo. Cinquanta euro sui videopoker

Cinquanta euro al mese per ogni videopoker installato all’interno dei bar, pizzo da 2mila a 5mila euro a Natale, Pasqua e Ferragosto per ditte edili, fabbriche e concessionarie d’auto. C’è una tassa da pagare per le attività produttive della periferia nord di Castellammare, Pompei e Santa Maria la Carità: un’imposta che non deve essere pagata allo Stato, ma finisce dritta dritta nelle casse del clan Cesarano.

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o vai alla versione digitale http://metropolis.ita.newsmemory.com/

 

CRONACA