Pompei. Raid nei bagni, cestini a fuoco. Stop lezioni e scuola evacuata

Teresa Palmese,  

Pompei. Raid nei bagni, cestini a fuoco. Stop lezioni e scuola evacuata

Paura al Liceo Pascal di Pompei. A pochi giorni dall’inaugurazione delle nuove sale di danza, in programma per venerdì, una bravata di pochi studenti ha scatenato interminabili minuti di panico. Tutta colpa di un incendio nei bagni del piano terra della struttura di Viale Unità d’Italia, dove qualcuno, forse un gruppetto di giovanissimi, ancora da identificare, ha dato fuoco a materiale vario presente nei locali igienici. E’ quanto successo ieri mattina, intorno alle 10 circa, quando il fumo s’è diffuso tra i corridoi, tanto da spingere i vertici della struttura scolastica a ordinare l’evacuazione immediata dell’intero edificio. Gli studenti momentaneamente sono stati trasferiti tra le aree della palestra e dei giardinetti, dove vi sono rimasti prima dell’uscita definitiva a causa dell’aria diventata irrespirabile con l’avanzare dei minuti. Le lezioni sono state così sospese, comprese quelle previste per il pomeriggio a causa di alcuni lavori di riqualificazione non ancora ultimati che hanno determinato la scarsità di aula a disposizione del preside dell’istituto, Fiorenzo Gargiulo. E’ questo lo scenario venuto fuori dal liceo pompeiano, dove ora sono in corso le indagini da parte degli agenti del commissariato di polizia di via Sacra, che intendono vederci chiaro sulla natura del raid e soprattutto sono a lavoro per dare un nome e un volto agli autori del vergognoso atto.

CRONACA