Strage del bus sul viadotto, assolto l’ad di Autostrade

Francesco Sabatino,  

Strage del bus sul viadotto, assolto l’ad di Autostrade
Firefighters work on the wreckage of a bus that plunged off the A16 highway near Avellino, southern Italy, early Monday, July 29, 2013. A tour bus filled with Italians returning home after an excursion plunged off a highway into a ravine in southern Italy on Sunday night after it had smashed into several cars that were slowed by heavy traffic, killing at least 37 people, said police and rescuers. Flashing signs near Avellino, outside Naples, had warned of slowed traffic ahead along a stretch of the A116 autostrada, a major highway crossing southern Italy, before the crash occurred, said highway police and officials, speaking on state radio early Monday. They said the bus driver, for reasons not yet determined, appeared to have lost control of his vehicle. (AP Photo/Gregorio Borgia)

Assolto l’amministratore delegato di Autostrade, Giovanni Castellucci. E’ questa la sentenza di primo grado sulla strage del bus precipitato il 28 luglio del 2013, dal viadotto Acqualonga dell’A16 nel tratto irpino di Monteforte, nella quale persero la vita 40 persone. Per lui era stata chiesta una condanna a 10 anni. Il giudice monocratico del Tribunale di Avellino, Luigi Buono ha invece condannato a 12 anni il titolare dell’azienda del bus, Lametta Gennaro. Stupore e rabbia da parte dei familiari, alcuni in lacrime, dopo la lettura della sentenza dell’assoluzione dell’ad di Autostrade: “Venduti! Infami! La legge non è uguale per tutti!”, hanno urlato in aula, “Castellucci è un assassino: hanno messo fuori un assassino! Siete tutti degli assassini. Ottantatre vittime con il Ponte di Genova”.

CRONACA