Scuola: concorso per Dsga, passerà solo 1 su 51. Esercito di esclusi

Redazione,  

Scuola: concorso per Dsga, passerà solo 1 su 51. Esercito di esclusi

Al concorso per Direttore dei Servizi generali e amministrativi (Dsga), il 98% non ce la farà. Un esercito di 103 mila candidati per 2 mila posti: passerà solo 1 su 51. L’analisi è di Tuttoscuola dopo che si sono chiusi i termini per presentare istanza di partecipazione al concorso per i 2.004 posti da Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi per le scuole statali di ogni ordine e grado.    Circa 2 mila vincenti, oltre 100 mila perdenti. È un esercito di candidati all’assalto della scuola per diventare il braccio destro del preside quello uscito dal novero delle domande di partecipazione al concorso per gli aspiranti Direttori dei servizi generali e amministrativi – osserva Tuttoscuola – . Per l’esattezza i candidati sono 102.900, i posti solo 2004. Più di 100 mila candidati saranno quindi esclusi dalla possibilità di vincere il concorso. Anche se sarà utilizzato il 20% delle graduatorie, aggiungendo altri 400 posti per i vincitori, gli esclusi, alla fine di tutte le procedure previste, saranno comunque 100.500: un esercito.    Stando ai dati del Miur presi in analisi da Tuttoscuola, nelle regioni del Mezzogiorno si sono candidate circa 51 mila persone per contendersi solo 369 posti, meno del 19% di tutti i posti a concorso: sarà dura, molto dura. In Puglia c’è un posto ogni 237 candidati (passerà solo lo 0,51%), in Calabria, uno ogni 198, in Sicilia uno ogni 143, in Campania uno ogni 126. Invece in Piemonte c’è un posto ogni 22 candidati, nel Veneto un posto ogni 25 candidati, in Lombardia un posto ogni 29 candidati e in Emilia Romagna uno ogni 36 candidati. In Friuli passerà il 6,1% dei candidati.    Si conferma anche per questo concorso lo squilibrio domanda-offerta registrato tra il personale docente: i posti sono al Nord e i candidati al Sud. Mentre la Lombardia avrà il maggior numero di ammessi (1.353) grazie al maggior numero (453) di posti a concorso, la Campania avrà invece il maggior numero di candidati esclusi (19.663), a causa del ridotto numero di posti (160) e dell’elevatissimo numero di candidati (20.143). In Lombardia il numero di candidati esclusi dalla preselezione sarà di 11.532, nel Lazio 9.347, in Sicilia 10.470.

CRONACA