Calcio: Lega Pro, metà dei club non è in regola per prossima Serie C

Redazione,  

Calcio: Lega Pro, metà dei club non è in regola per prossima Serie C
Una telecamera all'interno dello stadio Meazza a Milano, in una immagine d'archivio. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

Se domani fosse il 24 giugno, ‘deadline’ dell’iscrizione alla prossima serie C, “la metà dei club sarebbe escluso dal campionato per problemi strutturali” legati ai rispettivi stadi. Lo ha detto il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, sulla situazione dei club di Lega Pro a margine della presentazione a Firenze di un accordo tra Lega Pro e Fidi Toscana per azioni di supporto a opere di investimento negli stadi in Toscana. “In questi tre mesi – ha continuato Ghirelli – dobbiamo riuscire a risolvere la stragrande maggioranza dei problemi che abbiamo davanti”. E’ necessario “avere stadi a norma”. Calcio:Lega Pro,metà club non in regola per prossima Serie C “Ci siamo dati un impegno – ha affermato Ghirelli -. Da oggi le amministrazioni comunali con i club faranno una rapida verifica per quanto riguarda gli interventi da operare” e la tempistica di ciò che occorre fare nei vari impianti sportivi per renderli a norma, “in modo tale che il 15 marzo si possa fare un punto degli interventi in questa direzione”. “Il tema dell’impiantistica è un problema centrale – ha concluso -. Nel breve periodo dobbiamo risolvere problemi problemi di deficienze strutturali”.

Dal 10 marzo microfono e auricolari per gli arbitri

Sull’introduzione di microfono e auricolare per gli arbitri nelle partite di C “dal 10 marzo si parte in questa direzione. C’è l’esigenza di diminuire la percentuale di errori”. Lo ha detto il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, a margine della presentazione a Firenze di un accordo tra Lega Pro e Fidi Toscana per azioni di supporto a opere di investimento negli stadi in Toscana Sulla possibilità che Dazn acquisisca i diritti televisivi del prossimo campionato di serie C “al momento il tema non è all’ordine del giorno”. Lo ha affermato rispondendo ai giornalisti il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, dopo la presentazione a Firenze di un accordo.

CRONACA