Napoli tra infortuni e Arsenal, ma c’è l’Udinese. Con Ruiz in dubbio, Ancelotti convoca ragazzi della Primavera

Redazione,  

Napoli tra infortuni e Arsenal, ma c’è l’Udinese. Con Ruiz in dubbio, Ancelotti convoca ragazzi della Primavera

NAPOLI – Torna il campionato, domani al SanPaolo arriva l’Udinese, ma il Napoli ha in testa solo l’Arsenal.Il responso dell’urna di Nyon non è stato certamente benevolo e ora gli azzurri sono concentrati quasi soltanto sulla doppia sfida con i Gunners per i quarti di Europa League. Il campionato passa inevitabilmente in secondo piano nella mente dei calciatori e Ancelotti è molto preoccupato. I segnali non sono incoraggianti perché l’allenatore ha ancora negli occhi la prestazione discutibile fornita con il Sassuolo domenica scorsa e nel frattempo la situazione si è ulteriormente aggravata. Il vero problema di Ancelotti è al momento la rosa corta. Le affrettate cessioni di Hamsik e Rog a gennaio e gli infortuni a raffica (al momento sono fermi Albiol, Chiriches, Diawara eInsigne) hanno ridotto al lumicino le possibilità di manovra del tecnico. In alcuni reparti le forze disponibili sono ai minimi termini. Il centrocampo è quello più sguarnito. L’assenza di Diawara, che a Salisburgo ha subito una lesione all’ossonavicolare di un piede, è gravissima perché al momento in Napoli dispone di soli due centrali, Allan e Ruiz. Lo spagnolo per altro è in dubbio perché accusa qualche linea di febbre ma consideratala situazione di emergenza è probabile che faccia uno sforzo per scendere in campo. Ancelotti è costretto a ricorrere anche allaPrimavera, se non altro per rinforzare la panchina. Ha convocato dunque i giovani Gaetano, che ha già debuttato in serie A e l’esterno di centrocampo Zedadka. In attacco l’assenza di Insigne per almeno tre settimane a causa del problema muscolare accusato durante il riscaldamento aSalisburgo, rilancia Mertens al fianco di Milik. Anche il belga rivolge principalmente l’attenzione alla doppia sfida europea.”Contro l’Arsenal  sarà una grande sfida, daremo tutto per andare avanti. Per fare strada in campo internazionale bisogna affrontare queste partite e squadre forti come l’Arsenal. Siamo chiamati a una prova super, però sappiamo benissimo che i successi importanti passano da questi match”. Un po’ di attenzione l’attaccante la riserva anche al campionato.”Adesso però – conclude – guardiamo all’Udinese, siamo già concentrati per domani perché veniamo da una prestazione non bella contro il Sassuolo e dobbiamo riprendere la strada giusta.Dobbiamo crescere e il campionato è importante per darci certezze e mentalità vincente”.

CRONACA